le notizie che fanno testo, dal 2010

Strasburgo rigetta ricorso su candidatura Berlusconi ad elezioni europee

La Corte di Strasburgo ha respinto anche la seconda richiesta presentata dall'avvocato Ana Palacio, in nome di alcuni parlamentari di Forza Italia e di cittadini italiani, per far sospendere immediatamente le pene accessorie che impediscono a Silvio Berlusconi di candidarsi alle elezioni europee del 25 maggio.

La Corte di Strasburgo ha respinto anche la seconda richiesta presentata dall'avvocato Ana Palacio, in nome di alcuni parlamentari di Forza Italia e di cittadini italiani, per far sospendere immediatamente le pene accessorie che impediscono a Silvio Berlusconi di candidarsi alle elezioni europee del 25 maggio. Il ricorso è stato respinto perché la Corte di Strasburgo lo considera fuori dal campo di applicazione della cosiddetta regola 39, che permette di imporre a uno Stato membro del Consiglio d'Europa di prendere misure immediate per evitare una violazione di alcuni diritti sanciti dalla Convenzione europea dei diritti umani. Berlusconi quindi non potrà candidarsi ma sarà presente in prima persona alla campagna elettorale delle elezioni europee "per far sì che Forza Italia guadagni in Europa una delegazione forte così da difendere gli interessi degli italiani a Bruxelles" come sottolinea Giovanni Toti.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: