le notizie che fanno testo, dal 2010

Silvio Berlusconi: "Io mi sono tirato indietro ma la crisi è rimasta"

Il PDL con Silvio Berlusconi e Angelino Alfano prima delle vacanze incomincia a suonare il leitmotiv della prossima campagna elettorale, sintetizzato da una frase che apre la pagina Facebook del Presidente: "Lo SPREAD non si ferma!...ma non era colpa di Berlusconi?".

Prima della partenza ufficiale delle vacanze agostane la politica sembra fare l'ultimo affondo d'acceleratore prima di spegnere la macchina, tanto per non ritrovarsela ingolfata a settembre. E così dopo quella che qualcuno nel Centro Destra chiama già "la discesa in campo" di Nichi Vendola nel Centro Sinistra (il leader di Sinistra Ecologia Libertà ha infatti annunciato ieri ufficialmente che si candiderà alle primarie del PD), anche Silvio Berlusconi da Facebook, ai suoi 434mila "amici" manda una frecciata al governo dei tecnici e al suo impianto di "credenze". Nella pagina personale di Facebook dove sulla foto della testata campeggia la scritta "Lo SPREAD non si ferma!...ma non era colpa di Berlusconi?", l'ex Presidente del Consiglio posta un messaggio emblematico: "...La crisi finanziaria è acuta, ma non dipende dall'Italia. Io mi sono tirato indietro dal governo. Tutti dicevano che un governo tecnico avrebbe risolto la crisi e l'esecutivo si è dato da fare, ma la crisi è rimasta...". Anche Angelino Alfano dal suo blog fa sapere: "E' stato detto che l'elevarsi dello spread fosse causa del governo Berlusconi. Sono passati dieci mesi (dalle dimissioni di Berlusconi, ndr) e lo spread è ancora altissimo. Ci aspetteremmo ancora oggi delle scuse di tutti quei bugiardi che hanno dato la colpa a noi". Alfano poi affonda il pedale sul gas: "Abbiamo votato 31 fiducie e adesso siamo noi che diciamo al governo che, fatte tutte queste cose, in periodo di risse tra i partiti e in periodo di pace, lo spread è stato stabilmente altissimo. Adesso il governo faccia non solo le riforme, non solo i tagli agli sprechi, ma soprattutto l'abbattimento del debito pubblico con uno scudo antispread che valorizzi il patrimonio italiano".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: