le notizie che fanno testo, dal 2010

Ruby: fu chiesto a Berlusconi se voleva mettere cimice in sede Fli

Continuano ad uscire indiscrezioni sulle intercettazioni in mano ai pm milanesi che indagano sul caso Ruby. Tra le carte anche la proposta fatta a Berlusconi di mettere una cimice nella sede di Fli, da parte del padre di Barbara Guerra, showgirl ospite di alcune cene ad Arcore.

Nelle carte in mano ai pm milanesi del caso Rub, che vede indagato il premier per concussione e prostituzione minorile, anche alcune intercettazioni dove si evince che il padre di una delle ragazze solite frequentare le feste di Arcore avrebbe proposto al premier di mettere una cimice nella sede di Milano di Futuro e Libertà. L'idea sembra nascere dal padre di Barbara Guerra, la showgirl ospite ad alcune cene del premier Silvio Berlusconi, perché impegnato nei lavori di restauro della sede del partito di Gianfranco Fini. Innocenzo Guerra avrebbe quindi detto alla figlia Barbara di chiedere a Silvio Berlusconi se era interessato a mettere un cimice nella sede di Fli per spiare le "puttanate che dicono e che fanno" nella "tana dei cospiratori".
"Io gli volevo proporre se vuole mettere una microspia" avrebbe spiegato il padre a Barbara Guerra, stando a quanto riporterebbero le trascrizioni delle intercettazioni in mano agli inquirenti.
"Io c'ho le chiavi - avrebbe aggiunto Innocenzo Guerra alla figlia showgirl - Se gli interessa si puo' fare".
Barbara Guerra sembra che sia sia mossa celermente per informare il premier di questa proposta spiegando al padre: "Ho detto di chiamarmi subito e alle quattro mi ha richiamato". La showgirl, comunque, spiega che dopo aver sentito Berlusconi questo le avrebbe risposto che era meglio non mettere nessuna cimice.
"Mmm... e perché non è da fare?" gli avrebbe chiesto il padre a Barbara Guerra, che avrebbe chiuso il discorso con un "Boh, forse ha paura che se esce qualcosa...".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: