notizie curiosità e varia umanità dalla rete
canali tematici di Mainfatti

Ruby: da pm Milano invito a comparire per Nicole Minetti

I pm di Milano hanno inviato a Nicole Minetti un invito a comparire, per essere interrogata in merito al caso Ruby. La Procura di Milano invia poi alla Camera altre 227 pagine, dove "nuovi elementi" avvalorerebbero la richiesta di perquisizioni negli uffici di Spinelli.

La Procura di Milano che indaga sul caso Ruby ha inviato altre 227 pagine oltre alle 389 già depositate il 14 gennaio, perché "ha ritenuto doveroso portare a conoscenza della Camera dei Deputati tali ulteriori elementi che emergono dall'invito per la presentazione di persona sottoposta a indagini notificato a Nicole Minetti", si legge in un comunicato del procuratore capo Edmondo Bruti Liberati.

Viene quindi reso noto che al consigliere regionale del Pdl lombardo Nicole Minetti è stato inviato un invito a comparire. Nicole Minetti, ricordiamo, è indagata per induzione e struttamento della prostituzione (insieme a Lele Mora, Emilio Fede e pare altri 3 soggetti) in merito alla vicenda legata al caso Ruby. Inchiesta che vede coinvolto anche il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, indagato per prostituzione minorile e concussione.

L'ufficio e l'abitazione di Nicole Minetti è già stato perquisito, insieme ai locali dell'Olgettina a Milano Due, dove vivevano alcune ragazze che avrebbero partecipato ad alcune feste e cene ad Arcore.

Sembra che, come riporta anche il Corriere della Sera, Nicole Minetti sia intestataria di quattro appartamenti della Dimora Olgettina.

Le nuove 227 pagine di documentazione, al vaglio della Giunta per le Autorizzazioni della Camera, sono state inviate perché "a seguito delle perquisizioni effettuate a Milano il 14 gennaio e di ulteriori atti di indagine sono emersi nuovi elementi a sostegno dell'ipotesi che presso gli uffici di Giuseppe Spinelli si trovino atti e documenti relativi alla vicende di cui alla richiesta avanzata nella stessa data del 14 gennaio alla Camera dei deputati di autorizzazione a eseguire la perquisizione degli uffici siti in Segrate", specifica la nota di Edmondo Bruti Liberati.

26/01/2011 | update: 26/01/2011
Credits e info