le notizie che fanno testo, dal 2010

Ruby, Berlusconi: non sono preoccupato. Non segue norma democratica

Silvio Berlusconi spiega che in merito al caso Ruby, il cui processo inizierà il 6 aprile, non è "preoccupato", sottindentendo quindi che non intende dimettersi. A Ballarò il politologo Edward Luttwak però spiega: "Berlusconi non segue la norma democratica".

Il prossimo 6 aprile si aprirà il processo nei confronti di Silvio Berlusconi, indagato per concussione e prostituzione minorile dalla Procura di Milano in merito al caso Ruby. Da quando è uscita la notizia dell'accoglimento della richiesta di giudizio immediato, il premier ha evitato di rilasciare dichiarazioni in merito, lasciando invece parlare i suoi esponenti di governo e di partito, dal ministro della Giustizia Angelino Alfano al portavoce del Pdl Daniele Capezzone.
Quel che si è capito, finora, è che Silvio Berlusconi non ha nessuna intenzioni di dimettersi, nonostante l'invito delle opposizioni e lo stupore del mondo intero riguardo tale presa di posizione. Solo ieri sera da Ballarò il politologo statunitense Edward Luttwak spiegava che è normale prassi democratica che un esponente politico si dimetta quando coinvolto in qualsivoglia scandalo.
Per Luttwak, infatti, "Berlusconi non segue la norma democratica, cioè di comportarsi in una maniera decente e ipocrita. Cioè, si vuole che in democrazia il capo di governo deve agire come uno zio, se non agisce come un buon zio deve perlomeno far finta. Questa mancanza di ipocrisia è molto strana, perché è anomala in politica" (video integrale dell'intervento al link Rai http://tinyurl.com/66qgocu).
"Dal punto di vista della norma delle regole democratiche" continua Luttwak, Berlusconi quindi deve dimettersi. "Quando viene trovato un caso di questo genere, quando viene scoperto che la vita privata non aderisce alle norme dell'ipocrisia democratica, cioè quello di avere un livello di virtù pubblica, tutti danno le dimissioni. Subito danno le dimissioni".
Edward Luttwak porta infatti come esempio (forse paradossale per molti italiani) quello di un parlamentare americano che ha postato su Facebook una sua foto a torso nudo per trovare amicizie femminile. Appena scoperto il fatto, nel giro di poche ore, il deputato era fuori dal Parlamento.
Oggi invece, durante una conferenza stampa sulla moratoria dei debiti per le piccole e medie imprese da Palazzo Chigi, Silvio Berlusconi, non riuscendo ad evitare le inevitabili domande dei giornalisti sulla sua vicenda giudiziaria, commenta solamente con un "Per amor di Patria io di questo non parlo, posso dire soltanto una cosa che non sono per niente preoccupato".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: