le notizie che fanno testo, dal 2010

Ruby: Berlusconi indagato per prostituzione minorile e concussione

Scoppia nuovamente lo scandalo "bunga bunga". In merito al caso Ruby Berlusconi è indagato per prostituzione minorile e concussione. Nel registro degli indagati anche Nicole Minetti, Lele Mora ed Emilio Fede. Per Ghedini è una "intromissione nella vita privata" di Berlusconi.

Scoppia nuovamente il caso Ruby, visto che in un comunicato la Procura di Milano rende noto che il premier Silvio Berlusconi è indagato per prostituzione minorile e concussione.
Silvio Berlusconi è stato iscritto nel registro degli indagati "in data 21 dicembre 2010" per prostituzione minorile per aver avuto rapporti sessuali in cambio di denaro con la marocchina Karima El Mahroug, detta appunto Ruby Rubacuori.
I magistrati della procura di Milano hanno anche notificato al premier un invito a comparire "corredato dalla dettagliata indicazione delle fonti di prova", come si legge nella nota del procuratore di Milano, Edmondo Bruti Liberati.
Secondo i magistrati dell'inchiesta Ruby avrebbe avuto rapporti sessuali con il premier Silvio Berlusconi "da febbraio a maggio 2010". Ciò vorrebbe dire che l'allora minorenne avrebbe incontrato Berlusconi ben più delle tre volte ammesse finora. Ruby avrebbe sempre negato qualsiasi tipo di rapporto sessuale con il premier ma pare che le prove raccolte dai procuratori aggiunti Ilda Boccassini e Pietro Forno e dal pm Antonio Sangermano siano principalmente tecniche più che testimoniali. Sembra infatti che "la ricostruzione sarebbe avvenuta attraverso l'analisi dei tabulati telefonici del cellulare di Ruby e degli spostamenti della ragazza", spiega il Sole 24 Ore. Nel fascicolo, inoltre ci sarebbero anche foto e filmati sequestrati dal pc di Ruby che proverebbero dei suoi incontri col premier durante delle feste in Sardegna.
Berlusconi è poi accusato di un'altro reato, quello di concussione per aver esercitato delle pressioni sui funzionari di polizia che avevano trattenuto Ruby perché accusata di furto, nella notte tra il 27 e 28 maggio 2010, affermando durante una sua chiamata in questura che la ragazza era in realtà la nipote del presidente egiziano Mubarak. Alla fine Ruby fu affidata al consigliere regionale della Lombardia Nicole Minetti. Secondo i pm il reato di concussione sarebbe stato commesso probabilmente per coprire il reato di prostituzione minorile.
Sono stati inoltre iscritti nel registro degli indagati la stessa Nicole Minetti, il direttore del Tg4 Emilio Fede e l'agente dei VIP Lele Mora, tanto che a questi ultimi due è stata notificata un'informazione di garanzia, come spiega il comunicato della procura.
La Minetti, Emilio Fede e Lele Mora sono accusati in concorso per aver indotto alla prostituzione Ruby e per "la violazione di alcune disposizioni della legge Merlin e, in particolare, l'aver indotto, favorito e sfruttato la prostituzione reclutando più prostitute" come scrive il Messaggero.
Mentre Lele Mora non sembra voler rilasciare dichiarazioni ed Emilio Fede spiega di essere estraneo ai fatti e di non sapere di essere indagato, in una nota congiunta gli avvocati di Berlusconi, Niccolò Ghedini e Piero Longo, invece, specificano che: "La nuova indagine nei confronti del presidente del Consiglio da parte della procura di Milano appare talmente assurda ed infondata in fatto ed in diritto che non meriterebbe commento alcuno. Si deve per osservare che le ipotesi prospettate sono già state ampiamente smentite da tutti i testimoni e dai diretti protagonisti. Il depositare in questa fase parziale stralci di atti di indagine, fra cui moltissimi giuridicamente inutili e confezionati in chiara prospettiva accusatoria, fa apparire questa vicenda più mediatica che processuale, che non potrà che concludersi con una doverosa archiviazione". Secondo i legali di Silvio Berlusconi questa indagine sarebbe una "gravissima intromissione nella vita privata del presidente del Consiglio senza precedenti nella storia giudiziaria del Paese".
Nicole Minetti, invece, stando a quanto riferisce l'Adnkronos, sarebbe presso la Questura di Milano.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: