le notizie che fanno testo, dal 2010

Ruby: Berlusconi in aula 6 aprile, countdown. Forse senza telecamere

Sfilata di vip dal 6 aprile per il processo "Rubygate". Difesa e accusa si sfideranno a colpi di personaggi televisivi, star del cinema, ministri e altri personaggi dell'Italia contemporanea. Per la difesa Berlusconi chiama Elisabetta Canalis, George Clooney, Belen Rodriguez e Ruby.

Il 6 aprile si avvicina e non è la commemorazione dell'abdicazione di Napoleone Bonaparte (leggi "Ruby: Berlusconi come Napoleone? Il 6 aprile abdicò" http://is.gd/ayPxLv) ma l'inizio del processo del "Rubygate", come è conosciuto in tutto il mondo, che vede come imputato il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi con le accuse di concussione e prostituzione minorile. Un processo difficile e grandemente "mediatico" che vedrà ogni tv del pianeta riportare ogni virgola del procedimento, anche se non è ancora stato deciso se permettere o meno la presenza delle telecamere in aula. I pm della Procura di Milano, infatti, avrebbero espresso il timore che le telecamere potrebbero influire sulle dichiarazioni dei testimoni, molti dei quali personaggi pubblici e televisivi, anche del jet set mondiale. Sono state infatti depositate dalla Procura di Milano e dai legali del premier le lista dei testimoni che saranno citati al processo, e tra questi Ruby Rubacuori (all'anagrafe Karima El Mahroug) sarebbe stata citata sia come teste dell'accusa che della difesa. Un passo interessante degli avvocati del premier che sta suscitando varie analisi da parte degli esperti. Soprattutto televisivi, anche perché tra i 78 teste che sono stati depositati dagli avvocati di Berlusconi come testimoni della difesa, sembra che saranno chiamati in tribunale anche Elisabetta Canalis, George Clooney, Aida Yespica, Belen Rodriguez e Barbara d'Urso.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: