le notizie che fanno testo, dal 2010

Piazza del Popolo: Berlusconi saluta Fini, Casini, Ingroia, Di Pietro

Da Piazza del Popolo Silvio Berlusconi ha un pensiero per i nemici storici, i comunisti, ma saluta anche quegli avversari politici che in Parlamento non ci sono più: Gianfranco Fini, Pier Ferdinando Casini, Antonio Ingroia e Antonio Di Pietro.

Da Piazza del Popolo Silvio Berlusconi non lesina battute, verso i suoi storici nemici come i "comunisti, rei di avergli fatto divenire "gli occhi rossi", ma anche verso quegli avversari politici che non sono più in Parlamento. "Lo vogliamo mandare tutti insieme un saluto a Gianfranco Fini, devo dire che la vostra e una reazione rozza ed efficace quindi mandiamo a lui e a tutto il suo che dopo 'soli' 30 anni lascia il Parlamento? Un saluto a lui e a tutto il suo club di gentiluomini...Ma poi guardate che in fondo, credo che a Montecarlo non se la passi così male..." esordisce prima di tutto Berlusconi. Berlusconi passa poi al leader dell'UCD: "Un saluto anche a Casini, che tutte le sere ci spiegava in tv che eravamo noi a sbagliare, che non capivamo il Paese, che la soluzione era Monti. Vi diciamo Caro Pier Ferdinando, bisogna saper ascoltare la gente. E se tu avessi ascoltato la tua gente, avresti capito che non dovevi dividere lo schieramento dei moderati alternativi alla sinistra, e fare così l'interesse della sinistra...- aggiungendo - E un nostro vero rammarico è proprio questo: come hai potuto fare un errore così grave contro i tuoi elettori e anche contro te stesso? Come hai potuto non vedere cosa sarebbe successo?". "E poi un saluto a Di Pietro...Avevamo sostenuto per anni che le sue erano braccia rubate all'agricoltura...Ora possiamo finalmente restituirlo all'agricoltura, sperando che non faccia troppi danni anche lì", continua il leader del PDL, che prosegue: "E poi ve lo ricordate Ingroia, l'eroe del Guatemala? A proposito...Ci sono in piazza amici della Valle d'Aosta? Dove siete? Eccoli là...Allora, vi do una notizia.. Visto che Ingroia ha perso le elezioni e vuole tornare in magistratura, ma siccome si era candidato in tutta Italia tranne la vostra Regione, hanno pensato bene di mandarlo da voi in Valle d'Aosta...Ho un'indiscrezione sulla prima inchiesta che farà: sarà sugli stambecchi del Parco del Gran Paradiso...Ha già un sacco di intercettazioni, e ha anche uno stambecco pentito che ha rilasciato le prime confessioni...Presto sarà intervistato da Santoro e Travaglio...Sia lui, sia lo stambecco". Ed infine, Silvio Berlusconi saluta anche Beppe Grillo che per andare "da Napolitano si è travestito da dittatore dello Stato libero di Bananas, sottolineando che dopo che il MoVimento 5 Stelle ha "incamerato tantissimi voti, l'unica cosa che Beppe Grillo non vuole, per ora, è governare, perché punta al 100 per 100 per guidare un governo monocolore e lo dichiara pure al Capo dello Stato...vi ricorda qualcosa?".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: