le notizie che fanno testo, dal 2010

Nuovo inno Popolo della libertà: "plagio" di J-Ax o di Candy Candy?

Silvio Berlusconi presenta "Gente della libertà", il nuovo inno del Popolo della libertà, che andrà a sostituire il celebre "Meno male che Silvio c'è". In un primo momento J-Ax (Articolo 31) sembra pensare che il testo dell'inno sia un "plagio" della sua canzone "Gente che spera", ma c'è chi forse ha trovato assonanze con ben altre note canzonette.

Tutto sembra essere cominciato con un tweet di J-Ax (Articolo 31) che, dopo aver saputo del nuovo inno del Popolo della libertà, cinguetta: "Domani denuncio Berlusconi. Buonanotte. Incredibile caz...".
Ad essere "incredibile", secondo J-Ax, il fatto che Silvio Berlusconi avrebbe scritto (l'ex premier assicura in tre ore e mezza la notte precedente l'esordio) il nuovo inno (o jingle come lo chiamano già in molti) del Popolo della libertà "plagiando" la sua canzone "Gente che spera", pubblicata nel 2002 nell'album "Domani smetto".
Il nuovo inno scritto da Silvio Berlusconi, dal titolo "Gente della libertà" che dovrebbe andare a sostituire il celebre "Meno male che Silvio c'è" (http://is.gd/pksLNZ), è stato presentato per la prima volta lunedì sera a villa Gernetto, dove era riunito lo stato maggiore del Pdl nazionale e locale, ed è ascoltabile finora solo nella versione pubblicata da La Repubblica (http://is.gd/irYKjs). Anche se la ripresa audio è molto disturbata, in realtà a parte il "Gente" ad inizio del titolo, sembrano esserci poche somiglianze con la canzone di J-Ax, sia per quanto riguarda il testo (eccoli a confronto http://is.gd/yRCpKq) che per la musica, tanto che Ignazio La Russa commenta: "Ma non facciamo ridere. Solo se sotto l'effetto, non solo musicale di 'Maria', si può sostenere una simile bufala. Più che una 'idea di panna' mi sembra, come dice la loro canzone, 'un'idea di canna".
Ma a qualcuno la melodia del nuovo inno del Popolo della libertà potrebbe effettivamente aver ricordato un'altra canzone, probabilmente molto più famosa di quella di J-Ax (Articolo 31). Quando infatti "Gente della libertà" attacca con il suo "grande sogno che ci unisce, un sogno si realizzerà, grande la forza che ci chiama, la forza che ci dice che il bene vincerà per sempre" qualcuno forse potrebbe pensare ad una somiglianza con la celebre "Candy Candy" (http://is.gd/ao7Hr6), anche se forse qualcun'altro potrebbe ritrovare alcune note del cartone animato "Pat la ragazza del baseball" (http://is.gd/87S5BA) con qualche "zampata" di "Kimba il Leone Bianco" (http://is.gd/ujx2TU). Tanto che c'è forse anche chi ironizza che, se ascoltato al contrario, come un disco dei Led Zeppelin, il nuovo inno del Popolo della libertà suonerebbe più o meno così: "Silvio, che poesia, Silvio Silvio è l'armonia. Silvio è la magia, Silvio Silvio è simpatia. E' zucchero filato, è curiosità, è un mondo di pensieri e libertà. E' un fiore delicato, è felicità, che a spasso con Alfano se ne va...". Indubbiamente, comunque, il nuovo inno del Popolo della libertà scritto da Silvio Berlusconi continua nella sua tradizione "nazionalpopolare".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: