le notizie che fanno testo, dal 2010

Michaela Biancofiore lascia il PDL, che va "radicalmente cambiato"

Michaela Biancofiore, dopo aver incontrato a palazzo Grazioli il premier Silvio Berlusconi, annuncia di voler lasciare il Popolo della libertà, perché non si riconosce "più nella dirigenza del Pdl".

Michaela Biancofiore, dopo aver incontrato a palazzo Grazioli il premier Silvio Berlusconi, annuncia di voler lasciare il Popolo della libertà, perché non si riconosce "più nella dirigenza del Pdl", come spiega ai cronisti. "Nulla contro Alfano - precisa la Biancofiore, che però sottolinea - Il consiglio nazionale eleggerà Alfano, ma forse non tutti saranno presenti". Michaela Biancofiore spiega quindi che nei prossimi giorni incontrerà Gianfranco Miccichè, Adolfo Urso e Andrea Ronchi, per "capire cosa vogliono fare", visto che nell'aria sembra essere imminente la nascita di un nuovo movimento di centrodestra guidato da Claudio Scajola e dallo stesso Miccichè. Una decisione, quella di abbandonare il Pdl, maturata da Michaela Biancofiore già da diverse settimane, visto che ormai ha "difficoltà a sedersi accanto a certe persone". "Io non mi sono iscritta al partito dei Gasparri, dei Bondi e dei Verdini" sottolinea infatti la Biancofiore, che desidererebbe veder Berlusconi prender di nuovo in mano la situazione e "dire a certi notabili 'qui comando io'".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: