le notizie che fanno testo, dal 2010

Melchiorre si dimette: Berlusconi al G8 ha superato la misura

Daniela Melchiorre (Liberaldemocratici) ha inviato una lettera a Silvio Berlusconi dove annuncia le sue dimissioni da sottosegretario allo Sviluppo economico. Per Melchiorre, ex magistrato, al G8 "si è superata la misura" perché non è più "accettabile" la "delegittimazione" dei magitrati.

Daniela Melchiorre, leader dei Liberaldemocratici, ha inviato una lettera a Silvio Berlusconi dove annuncia le sue dimissioni da sottosegretario allo Sviluppo economico, dopo solo 23 giorni dalla sua nomina. Tale decisione sarebbe maturata a seguito dell'ennessimo attacco che il premier ha rivolto alla magistratura italiana, questa volta addirittura rivolgendosi a Barack Obama per informarlo che nel nostro Paese vi è una "quasi dittatura dei giudici di sinistra". "Non ho potuto far altro che constatare che non vi è, almeno per me, uno spazio per proseguire, o meglio avviare, un contributo effettivo all'attività governativa" si legge nella lettera di Daniela Melchiorre, che in precedenza aveva abbandonato il Terzo Polo per tornare nella maggioranza di governo. Per la Melchiorre, però, ora si sarebbe "superata la misura". "Non è francamente accettabile che si giunga alle volgarità dei giorni passati - scrive l'ormai ex sottosegretario, che tra l'altro è anche un magistrato - e che si tenti la delegittimazione di quella che comunque è una funzione costituzionale dinnanzi a quella che è una delle autorità più importanti della terra" (che sarebbe Barack Obama, ndr). Daniela Melchiorre ammette che giustizia italiana ha "diverse cose che non vanno", ma evidentemente non condivide con Silvio Berlusconi il fatto che sia una "patologia", come ha affermato il premier dal G8 di Deauville. Per la Melchiorre, però, le "urgenze" per il Paese sono altre, come quelle economiche, e ad esse occorre dare il "primato". Daniela Melchiorre ha anche annunciato la convocazione della direzione nazionale dei Liberaldemocratici, spiegando che comunque questa sua decisione rimane "irrevocabile", sottolineando che se non sarà condivisa dal suo partito, si dimetterà anche dalla sua presidenza.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: