le notizie che fanno testo, dal 2010

Lettera IMU ai cittadini da Berlusconi, perché "scripta manent"

Silvio Berlusconi sta spedendo una lettera ai cittadini italiani per spiegare le modalità ed i tempi della restituione dell'IMU sulla prima casa e su terreni e fabbricati agricoli, vittoria del PDL permettendo. E siccome, si sa, verba volant scripta manent, monta l'indignazione. Dell'opposizione.

Silvio Berlusconi non è nuovo all'invio di lettere ai cittadini per far arrivare più direttamente il suo messaggio politico. Ma questa volta i suoi oppositori sembrano essersi veramente arrabbiati per l'ennesimo coup de théatre del Cavaliere, che invia una lettera ai contribuenti italiani per spiegare "Modalità e tempi per accedere nel 2013 al rimborso dell'IMU pagata nel 2012 sulla prima casa e su terreni e fabbricati agricoli", come si legge nell'incipit della missiva. Sulla busta, invece, un messaggio ancora più diretto, e cioè: "Avviso importante. Rimborso IMU 2012". Nella lettera di Silvio Berlusconi che sta arrivando nelle cassette postali dei cittadini, in realtà, viene ripetuto né più né meno quello che il leader del PDL sta continuando a ripetere in questa campagna elettorale, e cioè le sue proposte politiche ed economiche se la coalizione di centrodestra vincerà le imminenti elezioni politiche del 24 e 25 febbraio 2013, incentrando naturalmente la missiva su come verrà rimborsata l'IMU sulla prima casa e sui terreni e fabbricati agricoli, vittoria del PDL permettendo. Ed infatti, alla fine della lettera, Silvio Berlusconi specifica che "ogni voto conta, ogni voto è determimente, nulla deve essere disperso o sciupato", e ribadisce: "Il voto dato ai vari Fini, Casini, Monti è un voto regalato alla sinistra sul cui carro hanno già deciso di salire condividendo il programma di non abrogare l'IMU ma anche di imporre a tutti ulteriori tasse. Anche un voto dato al MoVimento 5 Stelle di Grillo, che rappresenta una pur legittima protesta contro la politica e i politici (senza tuttavia aggiungere alla protesta alcuna proposta costruttiva) è pericoloso perché, guardando con attenzione le sue liste, si scopre che più dell'80% dei suoi candidati ha già fatto politica e proviene dai circoli dell'estrema sinistra, dei centri sociali e dei No Tav".

Infine, Silvio Berlusconi sottolinea: "Ci serve davvero il Suo aiuto: quello di votarci e di farci votare sai Suoi parenti, dai Suoi amici, dai Suoi conoscenti - e questo perché - Noi siamo davvero l'unica difesa contro l'oppressione fiscale, l'oppressione giudiziaria, l'oppressione burocratica". In altre parole, niente di nuovo, ma la lettera, ora in mano agli elettori, sembra aver scatenato un'ondata di indignazione, forse perché, si sa, verba volant, scripta manent. Il blogger e candidato nel Lazio con Rivoluzione Civile, Gianfranco Mascia, annuncia addirittura che domani presenterà alle 12:00 (perché non prima?) alla Procura della Repubblica di Roma "un esposto per chiedere l'eventuale verifica di voto di scambio". Qualcuno però si potrebbe domandare come mai si vuole denunciare Berlusconi solo dopo l'invio della lettera, visto che la proposta della restituzione dell'IMU è stata annunciata ormai da due settimane. Davide Zoggia del PD afferma invece che la lettera è "un falso" perché, dice, "è impossibile ipotizzare una restituzione di soldi utilizzati a coprire un'emergenza finanziaria creata dal governo Berlusconi-Tremonti-Bossi". Anche se su questo punto, bisognerà attendere il dopo elezioni.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: