le notizie che fanno testo, dal 2010

Gasparri: Napolitano e Monti partecipato a complotto UE contro Berlusconi?

Dopo le rivelazioni dell'ex segretario al Tesoro USA Timothy Geithner, che ha ammesso come "alcuni funzionari europei" ordirono un conplotto per far cadere Silvio Berlusconi, Maurizio Gasparri chiede l'apertura di "un'inchiesta interna e internazionale", e si domanda se e come Giorgio Napolitano e Mario Monti abbiano partecipato a questo "scandalo di dimensioni gigantesche".

Dopo le rivelazioni dell'ex segretario al Tesoro USA Timothy Geithner, che ha ammesso come "alcuni funzionari europei" contattarono gli americani "con una trama per cercare di costringere il premier italiano Silvio Berlusconi a cedere il potere", come poi avvenne nel 2011 a favore di Mario Monti, Forza Italia si stringe attorno al suo leader e chiede chiarezza, sia Parlamento che al Quirinale. "Nell’autunno 2011 il complotto contro Berlusconi ci fu e come. Lo confermano esponenti di vertice dell’amministrazione americana. Berlusconi, quando parla di un colpo di Stato, ha straragione" afferma Maurizio Gasparri, che aggiunge: "Oltre ai libri di Friedman e tutte le cose che sono apparse evidenti in Italia, adesso apprendiamo da un libro dell’ex ministro del Tesoro degli Stati Uniti, Tim Geithner, che addirittura ad Obama, da autorità dell’Unione europea, fu proposto un vero e proprio complotto per far cadere Berlusconi". "Giorgio Napolitano che cosa sa di queste vicende? - chiede Gasparri - Come hanno partecipato a questo disegno Mario Monti e altri esponenti della politica e delle istituzioni italiane?". Il senatore di Forza Italia chiede quindi l'apertura di "un’inchiesta interna e internazionale" perché, aggiunge: "Siamo di fronte a uno scandalo di dimensioni gigantesche. La testimonianza di Geithner è chiara. Si tratta di una persona che non avrebbe alcun interesse a fare affermazioni non veritiere. Parla esplicitamente di funzionari europei e racconta di aver riferito ad Obama di questa vicenda. Evidentemente riteneva autorevoli le persone che gli avevano prospettato questa operazione, che del resto fu realizzata con la complicità dei tanti vertici istituzionali e politici italiani. - concludendo - E' esattamente come ha sempre affermato Berlusconi. Una vergogna. Un alto tradimento. Un attentato alla Costituzione attuato da traditori di ieri e di oggi".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: