le notizie che fanno testo, dal 2010

Decadenza Berlusconi: in Giunta ricorso a Corte europea dei diritti dell'Uomo

Da lunedì la Giunta per le elezioni del Senato comincerà a discutere della decadenza di Silvio Berlusconi da parlamentare. E in Giunta è stato consegnato oggi il ricorso di Berlusconi alla Corte europea dei diritti dell'Uomo, contro l'applicazione in maniera retroattiva della legge Severino.

Lunedì 9 settembre si riunirà la Giunta per le elezioni del Senato, che dovrà cominciare ad esaminare la decadenza o meno del senatore Silvio Berlusconi, dopo la condanna in Cassazione in merito al processo Mediaset. Ed in Giunta è stato consegnato oggi il ricorso di Berlusconi alla Corte europea dei diritti dell'Uomo, un documento di 33 pagine dove viene spiegato che la legge Severino non può essere applicata in maniera retroattiva, poiché introdurrebbe sanzioni di tipo penale.

Intanto, continuano a rincorrersi le voci di una possibile richiesta di grazia a Giorgio Napolitano da parte di Berlusconi o di un suo familiare. Secondo la stessa legge Severino, però, "la sentenza di riabilitazione è l'unica causa di estinzione anticipata dell'incandidabilità", stabilendo che "la riabilitazione è concessa quando siano decorsi almeno tre anni dal giorno in cui la pena principale sia stata eseguita".

© riproduzione riservata | online: | update: 07/09/2013

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Decadenza Berlusconi: in Giunta ricorso a Corte europea dei diritti dell'Uomo
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Il sito utilizza cookie di 'terze parti', se prosegui la navigazione o chiudi il banner acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickquiCHIUDI