le notizie che fanno testo, dal 2010

Compravendita senatori, Rossomando: per PD Camera incompetente su insindacabilità

"Il PD ha proposto che la Camera si dichiari incompetente a decidere sulla richiesta avanzata da Silvio Berlusconi di insindacabilità relativamente al procedimento sulla compravendita dei senatori, perché si tratta di un caso che non è collegabile con l'art. 68 della Costituzione", così in una nota Anna Rossomando, capogruppo nella Giunta per le autorizzazioni di Montecitorio.

"Il PD ha proposto che la Camera si dichiari incompetente a decidere sulla richiesta avanzata da Silvio Berlusconi di insindacabilità relativamente al procedimento sulla compravendita dei senatori, perché si tratta di un caso che non è collegabile con l'art. 68 della Costituzione e quindi non si può in alcun modo ritenere che si tratti di opinioni espresse nell'ambito del mandato parlamentare anziché di opinioni che hanno una loro rilevanza penale" riferisce in una nota Anna Rossomando, capogruppo nella Giunta per le autorizzazioni di Montecitorio.
Continua infine la deputata del PD". Eravamo pronti a decidere anche oggi, considerando anche che c'era l'accordo della quasi totalità dei gruppi parlamentari e a nostro avviso la discussione era matura per la decisione. Abbiamo comunque chiesto che la decisione della Giunta per le autorizzazioni sia presa entro il 7 luglio."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: