le notizie che fanno testo, dal 2010

Berlusconi torna libero il giorno della Festa delle donne 2015

Il giudice del Tribunale di Sorveglianza di Milano ha concesso la liberazione anticipata di 45 giorni a Silvio Berlusconi. Paradossalmente, il protagonista dello scandalo "bunga bunga" tornerà libero proprio il giorno delle festa delle donne. L'estinzione della pena non cancellerà però gli effetti della legge Severino. A cancellare la condanna potrebbe pensarci però il governo Renzi con la norma "salva Berlusconi".

Il giudice del Tribunale di Sorveglianza di Milano ha concesso la liberazione anticipata di 45 giorni a Silvio Berlusconi, che sta scontando l'anno di pena residua per il caso Mediaset tramite l'affidamento in prova ai servizi sociali. Paradossalmente, però, il protagonista dello scandalo "bunga bunga" tornerà libero proprio il giorno delle festa delle donne. La fine pena per Berlusconi dovrebbe scoccare infatti l'8 marzo 2015, mentre l'ultimo giorno di assistenza ai malati di Alzheimer presso l'Istituto Sacra Famiglia di Cesano Boscone potrebbe essere il 6 marzo. La liberazione anticipata è stata concessa perché l'ex Cavaliere avrebbe dimostrato "prova di attiva partecipazione all’opera di rieducazione". L'estinzione della pena non cancellerà però gli effetti della legge Severino, e quindi il leader di Forza Italia rimarrà incandidabile per sei anni, cioè fino al novembre 2019. A cancellare la condanna, però, potrebbe pensarci il governo Renzi che sembra pronto a ripresentare, il 20 febbraio, nel decreto attuativo della delega fiscale la norma "salva Berlusconi".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: