le notizie che fanno testo, dal 2010

Berlusconi "sei un coglione", urla la voce fuori dal coro

Berlusconi "sei un coglione" urla una voce fuori dal coro mentre il premier stringeva le mani dei bambini di una scolaresca. Questa volta è toccato al premier Silvio Berlusconi quindi dover soprassedere su un "linguaggio rozzo ma efficace", come lo definì nel 2006.

Parafrasando il famoso detto, qualcuno potrebbe dire che "Chi di lingua ferisce, di lingua perisce" e questa volta è toccato al premier Silvio Berlusconi dover soprassedere su un "linguaggio rozzo ma efficace", come lo definì nel 2006.
Ieri infatti Silvio Berlusconi, mentre a Roma salutava una scolaresca, è stato raggiunto da quello stesso epiteto che il premier usò, appunto nel 2006, per definire quella parte di italiani che avrebbero votato a sinistra.
Mentre stringeva le mani dei bambini una voce fuori dal coro urla, anche con una certa enfasi teatrale, "Berlusconi sei un coglioneee". Il premier cerca di fare finta di niente e mentre continua a ridere a stringere le mani risponde quasi tra sé: "Bravo, senti chi parla".
Gli uomini della scorta sembra che abbiano immediatamente fermato il ragazzo, ventenne anni, autore dell'esternazione ma pare che dopo averlo identificato lo abbiano immediatamente rilasciato.
Gli è quindi andata meglio di Piero Ricca, figlio di un ex magistrato, che nel 2003 gridò a Silvio Berlusconi: "Fatti processare, buffone!". Ad essere giudicato fu invece Piero Ricca che però nel 2006 fu infine definitivamente assolto.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: