le notizie che fanno testo, dal 2010

Berlusconi salta interrogatorio. Lepore: cercheremo altra data utile

Silvio Berlusconi doveva essere ascoltato martedì prossimo, a Palazzo Chigi, dai giudici di Napoli che stanno indagando riguardo l'inchiesta su Gianpaolo Tarantini e Valter Lavitola. Ma il premier fissa due appuntamenti, a Bruxelles e Strasburgo, e salta l'interrogatorio.

Silvio Berlusconi doveva essere ascoltato martedì prossimo, a Palazzo Chigi, dai giudici di Napoli che stanno indagando riguardo l'inchiesta su Gianpaolo Tarantini e Valter Lavitola, accusati di estorsione ai danni del premier, che in questa vicenda giudiziaria è parte lesa. Ma il presidente del Consiglio ha fissato per quello stesso giorno ben due appuntamenti all'estero. Nella mattinata dovrebbe incontrare a Bruxelles il presidente permanente del consiglio UE, Herman Van Rompuy, mentre nel pomeriggio dovrebbe spostarsi a Strasburgo per parlare con Josè Manuel Barroso, presidente della Commissione europea. In discussione, la manovra italiana e la situazione di crisi che sta attraversando l'eurozona. "Se c'è motivo di legittimo impedimento, è chiaro che fisseremo un altro appuntamento" spiega quindi il procuratore capo di Napoli Giovandomenico Lepore, che sperava nel fatto che Berlusconi riuscisse a conciliare tutti gli impegni nella giornata di martedì. "Continueremo a cercare una data utile - conclude Lepore, che spiega - Noi non possiamo rinunciare a sentirlo perché è parte lesa e la legge ci dice che dobbiamo farlo".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: