le notizie che fanno testo, dal 2010

Berlusconi: ragionevolezza vince sempre sulla irragionevolezza

"Sono convinto che alla fine la ragionevolezza e la responsabilità vincono sempre sulla irragionevolezza e sull'irresponsabilità" afferma Berlusconi alla Camera, frase che potrebbe essere aggiunta nella ristampa del suo libro "L'amore vince sempre sull'invidia e sull'odio".

"Come vedete la nostra è una posizione chiara e questo è il momento della responsabilità - afferma davanti alla Camera il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi - Considero mia responsabilità non trascurare ogni possibilità di dialogo con l'opposizione e ricomporre e rinnovare l'alleanza di tutte le forze moderate che sono state all'origine del nostro impegno politico".
Il premier, in vista del voto di fiducia di domani, non chiude quindi le porte agli avversari politici ma anzi si appella al "buonsenso" per evitare una "crisi al buio".
L'unità dei moderati italiani è un patrimonio storico e politico inestimabile - sottolinea Berlusconi - e nessuno può essere così irresponsabile da distruggerlo volontariamente o involontariamente".
Ai suoi (forse) ex alleati ricorda: "Non dobbiamo mai dimenticare che il popolo dei moderati è davvero un popolo unito che condivide gli stessi valori e la stessa visione del futuro, che condivide la stessa visione della libertà, della persona umana, della patria, della famiglia, del lavoro, dell'impresa".
Quello alla Camera sembra un Silvio Berlusconi quasi magnanimo verso quegli stessi alleati che gli hanno voltato le spalle, forse perché sicuro della tenuta del governo.
"Sono convinto che le difficoltà e le divisioni interne che sono sorte non sono affatto insormontabili - tende la mano Berlusconi - Deve tornare a prevalere il buonsenso e il senso di responsabilità".
Il premier quindi chiude il discorso proponendo "a tutti i moderati di questo Parlamento un patto di legislatura per garantire coerenza e continuità con il programma elettorale e con le scelte che abbiamo condiviso. Decidiamo insieme quale sia la strada e quale sia lo strumento più indicato".
Senza tale patto si rischierebbe infatti, sostiene Berlusconi, di ritornare a quei "vizi tradizionale della politica che sono all'origine dei problemi di cui oggi soffre l'Italia".
"Sono convinto che alla fine la ragionevolezza e la responsabilità vincono sempre sulla irragionevolezza e sull'irresponsabilità. Sono convinto che il bene comune prevale sempre sugli egoismi interessati" conclude il Presidente del Consiglio, frase che probabilmente potrebbe essere aggiunta nella prossima ristampa del suo libro "L'amore vince sempre sull'invidia e sull'odio".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: