le notizie che fanno testo, dal 2010

Berlusconi: ok Italicum solo per Camera. Grave disappunto verso Matteo Renzi

Silvio berlusconi prende "atto con grave disappunto della difficoltà del Presidente del Consiglio Matteo Renzi di garantire il sostegno della sua maggioranza agli accordi pubblicamente realizzati" e offre la sua disponibilità nel "disegnare la nuova legge elettorale, che ne limiti l'efficacia alla sola Camera dei Deputati".

"Prendiamo atto con grave disappunto della difficoltà del Presidente del Consiglio Matteo Renzi di garantire il sostegno della sua maggioranza agli accordi pubblicamente realizzati. Come ulteriore atto di collaborazione, nell'interesse del Paese, a un percorso riformatore verso un limpido bipolarismo e un ammodernamento dell'assetto istituzionale, manifestiamo la nostra disponibilità ad una soluzione ragionevole che, nel disegnare la nuova legge elettorale, ne limiti l'efficacia alla sola Camera dei Deputati, accettando lo spirito dell'emendamento 2.3" annuncia in una nota Silvio Berlusconi, leader di Forza Italia. La legge elettorale Italicum approda oggi alla Camera, ma la discussione rischiava di bloccarsi sull'emendamento presentato da D'Attorre del PD. Con questa dichiarazione, Silvio Berlusconi respinge quindi la nuova offerta lanciata ieri da Matteo Renzi, che proponeva un via libera alla riforma della legge elettorale però corredata di un emendamento che ne avrebbe posticipato l'entrata in vigore di 12 mesi. Da qui, il "grave disappunto" di Berlusconi nei confronti di Renzi. Il leader di Forza Italia prosegue confermando "integralmente l'accordo pubblicamente realizzato, senza alcun 'patto segreto' come maliziosamente insinuato da alcuni organi di stampa" e ribadisce "piena collaborazione su questo piano, e una chiara opposizione sui temi economici e sociali, e su tutto quanto, a partire dalla necessaria riduzione della pressione fiscale e del peso dello Stato, ci rende naturalmente alternativi alla sinistra". Dopo lo slittamento alle 16:00 del Comitato dei Nove della Commissione Affari Costituzionali che esprimere il parere sugli emendamenti, la ripresa dell'esame alla Camera della legge elettorale è rinviata alle ore 18:15.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: