le notizie che fanno testo, dal 2010

Berlusconi: non mi dimetto, rimanere al governo è battaglia di civiltà

Berlusconi precisa che non si dimetterà, anche se gli "spiace di deludere i nostalgici della Prima Repubblica quando i governi duravano in media 11 mesi".

Per Silvio Berlusconi sono solo "chiacchiere e pettegolezzi" quelle indiscrezioni che vedrebbero presto le "dimissioni del governo". Niente di più falso, lascia intendere il premier, precisando in una nota di Palazzo Chigi che gli "spiace di deludere i nostalgici della Prima Repubblica quando i governi duravano in media 11 mesi, ma le responsabilità nei confronti degli elettori e del Paese impongono a noi e al nostro Governo di continuare nella battaglia di civiltà che stiamo conducendo in questo difficile momento di crisi". Cade nel vuoto quindi l'appello lanciato da Piazza San Giovanni a Roma da Roberto Vecchioni, che dal palco della kermesse del Partito Democratico grida: "Se ne deve andare via tra un minuto, tra un secondo perché ha tutti contro: operai, sindacati, Confindustria e i leader stranieri. Lo dico perché sono italiano e amo la mia terra".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: