le notizie che fanno testo, dal 2010

Berlusconi: lunedì ghe pensi mi. Bersani: sono 7 anni che ci pensa lui

Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi torna dal "tour de force" del G8 e G20 in America e assicura gli italiani: "da lunedì ghe pensi mi". Bersani: "lo dice da 7 anni e sono 7 anni che ghe pensa lu"

Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi torna dal "tour de force", come lui stesso lo definisce, della trasferta americana, che lo ha visto partecipe al G8 e al G20 con tutti gli altri capi di Stato e di governo del mondo. Ed ora che è tornato promette, in una intervista al Tg1 di ieri sera (ma che è andata in onda anche sul Tg2 e Tg5), che "ghe pensi mi", "da lunedì vedrà che tutte queste cose andranno a buon fine", riferendosi alla "situazione italiana che mi pare non precisamente tranquilla". Il premier Berlusconi promette che da lunedì prenderà "decisamente in mano tutti i titoli che sono sul tavolo: dalla manovra finanziaria, alla legge sulle intercettazioni, alle leggi sulla giustizia" e ci penserà lui.
Poi forse una frecciatina al Presidente della Camera Gianfranco Fini quando dice: "Sono sicuro che se qualcuno pensa che le correnti possano provocare un raffreddore, in questo caso io sono certo di evitarlo".
Dure le reazioni a questa apparizione televisiva sotto forma di intervista del premier. Il segretario del PD Pierluigi Bersani rilancia: "Ghe pensi mi non è la medicina, è la malattia. E ci porta contro il muro. Berlusconi lo dice da 7 anni e sono 7 anni che ghe pensa lu, prima o poi di questo dovranno convincersi anche i contraenti di questa maggioranza" - aggiungendo - "Vorrei capire che cosa è migliorato in questo Paese. Credo che andiamo di male in peggio e credo che ormai stiano impazzendo". Subito la replica di Paolo Bonaiuti "Bersani farebbe bene a ricordare che questo governo è il risultato di un voto libero e democratico ed ha una rotta precisa, indicata dal programma condiviso dagli elettori".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: