le notizie che fanno testo, dal 2010

Berlusconi: il bavaglio si toglie portando nelle piazze fiducia e ottimismo

Il premier Silvio Berlusconi rivolge un messaggio ai Promotori della Libertà, chiedendogli di "togliere il bavaglio alla libertà...Quel bavaglio che le è stato imposto da una stampa schierata". Chiede di portare nelle piazze un "messaggio di fiducia e di ottimismo". Ma citando George Orwell: "La vera libertà di stampa è dire alla gente ciò che la gente non vorrebbe sentirsi dire".

Il premier Silvio Berlusconi rivolge un messaggio ai Promotori della Libertà, chiedendogli di "togliere il bavaglio alla libertà...Quel bavaglio che le è stato imposto da una stampa schierata con la sinistra e pregiudizialmente ostile al governo. Una stampa che disinforma, che non solo distorce la realtà, ma calpesta in modo sistematico il sacrosanto diritto dei cittadini alla privacy, invocando per sé la libertà di stampa come se si trattasse di un diritto assoluto. Ma in democrazia non esistono diritti assoluti, perché ciascun diritto incontra sempre un limite negli altri diritti prioritariamente ed egualmente meritevoli di tutela".
Il Presidente del Consiglio, poi, ribadisce l'assoluta necessità della manovra correttiva, sottolineando come "il governo ha deciso di affiancare a questa manovra, per coniugare il rigore allo sviluppo, alcune misure per la ripresa e la liberalizzazione delle imprese".
All'indomani dello sciopero che ha portato, stando ai dati, il 90% dei giornali ad effetturare una giornata di silenzio stampa, il premier Berlusconi torna a parlare, invitando i suoi a spiegare a tutti gli italiani "tutto questo anche attraverso i gazebo". Per Berlusconi è infatti essenziale portare nelle piazze un "messaggio di fiducia e di ottimismo".
Ma citando George Orwell: "La vera libertà di stampa è dire alla gente ciò che la gente non vorrebbe sentirsi dire".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: