le notizie che fanno testo, dal 2010

Berlusconi: idee Monti per vertice UE? Sensazione di indeterminatezza

Silvio Berlusconi attacca Mario Monti, e rivela che le idee che il premier che presenterà al vertice UE lasciano una "sensazione d'indeterminatezza" . E rilancia: mi piacerebbe fare il ministro dell'Economia.

Silvio Berlusconi non nasconde il proprio scontento, e con un pizzico di ironia, ai cronisti che gli chiedono come sia andato il pranzo di lavoro con il premier Mario Monti, risponde con un laconico "abbiamo mangiato bene".
Attende di incontrare i suoi, una volta lasciato Palazzo Chigi, per aggiungere che al tavolo (da pranzo) il Pdl "ha riportato a Monti le inquietudini del gruppo", ribadendo che il Popolo della libertà "voterà la fiducia sulla riforma del lavoro", come già anticipato da Angelino Alfano , ma che comunque il partito condivide "il parere del presidente del Confindustria su questa legge", e cioè che è una "boiata" .
Infine, la stoccata: "Siamo andati via con una sensazione di indeterminatezza sulle proposte che l'Italia farà" al vertice europeo.
Mario Monti non ha mancato di replicare alle parole di Silvio Berlusconi nel corso del suo intervento di oggi in Aula alla Camera, a cui ha illustrato la linea del governo prima del Consiglio europeo del 28 giugno.
Monti dice infatti che Berlusconi "ha parlato giustamente di assoluta indeterminatezza per i risultati" e questo perché "lo spazio negoziale è molto aperto" in UE.
Eppure, solo ieri, Angela Merkel aveva precisato che al Consiglio europero sarebbe meglio non parlare di eurobond , ed oggi ribadisce che non verranno mai approvati "finché sarà in vita".
Berlusconi anticipa poi che l'orientamento del prossimo vertice potrebbe essere quello di adottare delle misure che prevedano l'intervento della BCE e del Fondo salva Stati per acquistare i titoli pubblici dei Paesi con uno spread troppo alto, ma virtuosi. Se così fosse, attualmente vi rientrerebbe l'Italia ma non il Portogallo, la Spagna e la Grecia.
Silvio Berlusconi ricorda inoltre che il 78% degli elettori del PDl non sono favorevoli d'accordo nel sostenere una linea d'appoggio al governo, ma l'ex premier sottolinea anche come "a Bruxelles hanno definito catastrofica la caduta del governo Monti".
La fiducia al governo Monti, quindi, come sempre è a tempo, lascia intendere Berlusconi. Questo evidentemente è il periodo "dell'appoggio", ma il Cavaliere sembra comunque già pronto a scendere nuovamente in campo.
"In questi giorni stiamo facendo degli incontri con la sinistra che è pure preoccupata di andare al voto con questa legge elettorale - spiega Berlusconi - Si potrebbe andare verso una legge elettorale alla tedesca", rivelando che non gli dispiacerebbe "fare il ministro dell'Economia in un governo guidato da Alfano".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: