le notizie che fanno testo, dal 2010

Berlusconi: grandi novità nel PDL. Come diceva Scajola, tornare al '94

Silvio Berlusconi annuncia che nel Pdl "ci saranno novità", e che il passo necessario da fare in questo momento è quello di "tornare ad avere una presenza sul territorio come era nel '94". Un monito che aveva lanciato già un paio di mesi fa Claudio Scajola.

Silvio Berlusconi annuncia che nel Pdl "ci saranno novità". Il Cavaliere, che dopo le sconfitte (in questo caso amministrative) "triplica le forze", spiega di avere le "idee molto chiare" sulla questione, anticipando che pur non volendo "scontentare nessuno" e credendo che "bisogna stare tutti uniti", il passo necessario da fare in questo momento è quello di "tornare ad avere una presenza sul territorio come era nel '94". Un monito che aveva lanciato già un paio di mesi fa Claudio Scajola, attraverso la rubrica "La Bussola" sul sito della sua Fondazione Cristoforo Colombo, dove ricordava in un suo intervento come il Pdl fosse sì una "geniale intuizione politica di Berlusconi" ma che non era riuscito a diventare "uno strumento organizzato funzionante" perché non era arrivato ad essere "il partito della gente". "Il glorioso passato di un partito forte come Forza Italia sembra andare perdendosi" sottolineava sempre Scajola. A metà marzo Claudio Scajola spiegava inoltre di avere l'intenzione di formare quindi i Gruppi Parlamentari "Azzurri per la Libertà" (alla Camera con 23 deputati e al Senato con 12 senatori), anche se, precisava, solo se non si riuscirà in questo intento di identità. Ora Silvio Berlusconi annuncia un ritorno al 1994. Nell'aria c'è la nomina di Angelino Alfano come possibile coordinatore unico, ma qualcuno si aspetta invece qualche altra novità.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: