le notizie che fanno testo, dal 2010

Berlusconi e lapsus freudiano: "vuole pagare i giudici"

Silvio Berlusconi scivola, intervenendo al Teatro Nuovo di Milano, in una gaffe, o meglio in un "lapsus freudiano", come lo definisce il premier stesso, quando afferma di pagare i giudici anzichè gli avvocati.

Intervenendo al Teatro Nuovo di Milano in occasione della campagna elettorale di Letizia Moratti, Silvio Berlusconi per l'ennesima volta snocciola quei numeri che, a suo dire, dovrebbero rappresentare la prove della "persecuzione" di quelle che il premier chiama toghe rosse, scivolando questa volta in una gaffe che non è passata inosservata: "103 indagini, 587 visite della polizia giudiziaria e della Guardia di finanza, più di 1000 magistrati si sono occupati di Berlusconi, 2565 udienze a cui hanno partecipato, qualche volta ho partecipato anche io, sempre hanno partecipato i miei 'GIUDICI', pagati naturalmente da me, 312 milioni...". Nella sala, mentre il premier continua a parlare, si alza però un coro per correggere la frase di Silvio Berlusconi che, capendo infine l'errore, puntualizza: "Gli avvocati, sì...Adesso diranno 'Lapsus freudiano di Berlusconi, vuole pagare i giudici' ". In psicoanalisi, infatti, "l'errore che prende corpo nel lapsus, secondo Freud, è solo apparentemente casuale. Il lapsus non solo sarebbe la manifestazione di un desiderio inconscio che affiora e trova, così, soddisfacimento, ma costituirebbe anche un canale attraverso il quale trovano sfogo pensieri che, altrimenti, resterebbero rimossi dalla censura" (Wikipedia).

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: