le notizie che fanno testo, dal 2010

Berlusconi e la "trasferta" UE. Buzek: solo 2 minuti. Memoria ai Pm

Silvio Berlusconi è oggi in "trasferta" in Europa per assicurare i leader europei che la manovra che il governo si appresta ad approvare porterà l'Italia al pareggio del bilancio. Al posto dell'interrogatorio, ai pm di Napoli verrà consegnata una memoria scritta dal premier.

Silvio Berlusconi salterà l'interrogatorio, che era fissato a Palazzo Chigi per oggi, dei pm di Napoli che lavorano sull'inchiesta Tarantini, e che vede il premier parte lesa. Nei giorni scorsi, infatti, Berlusconi ha reso noto di aver fissato in agenda alcuni appuntamenti in Europa, dove incontrerà diversi rappresentati dell'UE per esporre la manovra correttiva italiana. Per questo il Cavaliere, intervenendo a Mattino 5, spiega come sia "una assurdità" quella di sostenere che questi viaggi rappresentano una specie di "fuga" dall'interrogatorio. Berlusconi precisa che la sua presenta in Europa è necessaria perché "grazie al comportamento della nostra opposizione e dei suoi giornali si è creata intorno alla nostra manovra molta confusione e si sono indotte le autorità e le istituzioni europee a pensare che il governo volesse fare passi indietro". Insomma, il premier italiano, sembra di capire, avrà il compito di assicurare tutti sul fatto che il nostro Paese raggiungerà entro il 2013 il pareggio di bilancio. Il presidente del Parlamento di Strasburgo, il polacco Jerzy Buzek, sembra precisare però che quella di Silvio Berlusconi a Strasburgo "non è una visita ufficiale". Stando inoltre a voci raccolte tra gli eurodeputati, Buzek avrebbe anche detto di non conoscere il motivo della visita di Berlusconi e di avere già altri appuntamenti in agenda, spiegando che al massimo si potrà fissare un "incontro di cortesia" di "un paio di minuti". Intanto viene depositata, dall'avvocato Michele Cerabona per conto di Silvio Berlusconi, una memoria scritta dal premier che sarà consegnata ai pm di Napoli, che forse potrebbe evitare il colloquio con i magistrati. Il procuratore Lepore commenta con un semplice: "Leggeremo la nota e faremo le nostre valutazioni",

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: