le notizie che fanno testo, dal 2010

Berlusconi: c'è accordo con Lega Nord. Vorrei fare ministro Economia

Silvio Berlusconi annuncia che è stato firmato un accordo di coalizione per le prossime elezioni con la Lega Nord, spiegando che il candidato alla presidenza della Regione Lombardia sarà Roberto Maroni. Solo dopo le elezioni si parlerà di presidenza del Consiglio o della Repubblica, anche se Berlusconi anticipa che vorrebbe essere ministro dell'Economia.

Solo ieri, a Sky Tg24, Angelino Alfano anticipava che il PDl era "molto vicina a raggiungere una intesa" con la Lega Nord, sottolineando: "Siamo fiduciosi che ci possa essere una clamorosa rimonta paragonabile a quella del 2006 e quindi sarebbe sbagliato non prendere l'abbrivio di questa buona campagna elettorale per vincere sia in Lombardia che a livello nazionale". Ed infatti "all'una e trenta di questa notte è stato firmato ad Arcore l'accordo tra la mia formazione politica e la Lega Nord" annuncia Silvio Berlusconi. Intervistato dal Tgcom24, Berlusconi spiega quindi che "la Lega Nord partecipa alla coalizione del centrodestra, e che il candidato alla presidenza della Regione Lombardia sarà Roberto Maroni, sostenuto da tutti noi". Berlusconi quindi precisa che lui sarà "il leader di tutta la coalizione" ma che "per quanto riguarda invece il candidato alla presidenza del Consiglio e il candidato alla presidenza della Repubblica," si è optato per "decidere in un momento successivo". A radio Rtl 102.5, Berlusconi chiarisce invece che, nel caso la coalizione vincesse le elezioni, lui preferirebbe "dopo questi anni di esperienza in cui il premier non ha alcun potere, fare il ministro dell'Economia essendo stato in trincea molti anni". Una scelta maturata, spiega Silvio Berlusconi a Tgcom24, "perché con quello che è successo, con la recessione che è veramente diventata pericolosa e che si prolungherà dal 2012 al 2013, ci sarà da lavorare tantissimo nel settore che riguarda l'impianto totale dello Stato". Berlusconi precisa comunque che non è stata la Lega Nord a chiedergli "questo passo indietro" ma che la decisione è stata presa solo da lui, aggiungendo di sperare che ciò venga "sentito dalla gente come conferma del fatto che non sto cercando posti di ambizione politica, ma che sto semplicemente cercando di essere utile al mio Paese", sottolinea a Tgcom24. Per Berlusconi, quindi, quale sarebbe il suo candidato premier, in caso di vittoria elettorale? Il Cavaliere spiega di non averne mai fatti mistero, e ricorda di aver già indicato in passato il suo candidato premier, e cioè Angelino Alfano. "Penso che sarà ancora lui - conclude a Rtl - è un candidato bravissimo, ed ha 40 anni meno di me". Ad UnoMattina Nichi Vendola commenta l'accordo tra Pdl e Lega Nord spiegando: "Berlusconi decide da perdente di mettere insieme tutte le forze delle destre populiste: il leghismo, La Destra post-fascita di Storace, quello che resta del Pdl - aggiungendo - La destra si è spaccata. La parte più presentabile, più europeista, quella più innamorata semplicemente della finanza va con Monti, la parte invece più viscerale, va con Berlusconi".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: