le notizie che fanno testo, dal 2010

Berlusconi al seggio, tra barzellette e silenzio stampa

Silvio Berlusconi va a votare per il ballottaggio di Milano. Pochi minuti e nessuna dichiarazione perché, ricorda, "c'è silenzio stampa". Il premier sembra però trovare il tempo per qualche barzelletta.

Silvio Berlusconi va a votare, da cittadino milanese, per il ballottaggio del capoluogo lombardo, che vede in lizza per la poltrona di sindaco la uscente Letizia Moratti per il centrodestra e Giuliano Pisapia per il centrosinistra. Il premier arriva al seggio di appartenenza, in via Scrosati, intorno alle ore 20:00, giusto il tempo di votare e fermarsi pochi minuti. Non rilascia alcuna dichiarazione perché "c'è silenzio stampa, come è logico che sia", come sottolinea ai giornalisti presenti mentre si allontana tra applausi ma anche tra qualche fischio di contestazione. Prima di andare via del tutto, però, come riporta La Repubblica, Silvio Berlusconi non manca di salutare e fare due chiacchiere con alcuni consiglieri di zona del Pdl eletti due settimane fa la primo turno, con i quali sembra abbia rispolverato anche qualche barzelletta.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: