le notizie che fanno testo, dal 2010

Berlusconi a stampa: vergognatevi. FNSI:insulti continui a giornalisti

Silvio Berlusconi dice "vergognatevi", rivolto ad un giornalista de La Repubblica e forse a quella "certa informazione che anziché narrare i fatti tende a delegittimare le istituzioni del nostro Paese". Ma la FNSI non ci sta: "Non si può accettare in silenzio l'insulto pressoché continuo che il Presidente del Consiglio rivolge ai giornalisti".

Silvio Berlusconi dal G8 di Deauville torna sulla frase detta il giorno precedente a Barack Obama, quando affermò che in Italia vi è "quasi una dittatura dei giudici della sinistra". Il premier italiano, in conferenza stampa, spiega in primis che "sui mezzi di informazione si è dato ampio risalto" ad una sua "conversazione privata con il Presidente degli Stati Uniti" sottolineando che i media avrebbero "riportato soltanto un frammento, fuori dal contesto, di un ragionamento più ampio". Dopo tale precisazione, Berlusconi afferma di ritenere suo "preciso dovere istituzionale" ogni qualvolta ha l'occasione di incontrare capi di Stato o di Governo "di spiegare loro quale sia la situazione in Italia", e cioè che nel nostro Paese si è "creata una situazione non più tollerabile di interferenza di alcuni magistrati della pubblica accusa nei confronti dei rappresentati del popolo democraticamente eletti, con accuse completamente destituite di ogni fondamento, e che mai, mai, hanno retto al vaglio dei magistrati giudicanti come dimostra la mia storia personale". "Poiché sono venuti meno qui bilanciamenti che erano previsiti dalla nostra originaria Costituzione - continua Berlusconi - i magistrati responsabili di questi accadimenti non sono mai stati riconosciuti colpevoli né tantomeno sono state sanzionate le loro responsabilità. E' quindi più che doveroso spiegare questa situazione a chi, soprattutto all'estero, non riesce a comprenderla". Infine il premier spiega di ritenere ugualmente fondamentale che: "Si sappia non solo a quale persecuzione sono stato, e vengo, sottoposto ma qual è oggi il tentativo di aggredirmi anche sotto il profilo patrimoniale con una sentenza che è totalmente fuori da ogni logica se non quella di colpirmi per favorire un mio avversario politico. E infine si continua ancora sul tentativo di togliermi dalla scena politica con una sentenza ed aiutare così quella sinistra che non c'è riuscita con il responso delle urne". Tra i giornalisti presenti in sala stampa anche Francesco Bei de "La Repubblica", che domanda a Silvio Berlusconi "con quali altri leader oltre ad Obama ha parlato di queste vicende italiane". Il premier risponde: "Con tutti - precisando - Non qui (al G8, ndr) ma anche prima. Ho ritenuto mio dovere informarli di quella che è la situazione in Italia per cui è scandaloso che voi (puntando il dito verso il giornalista de La Repubblica, ndr) non vi scandalizzate di fronte a 24 accuse cadute nel nulla, e continuate invece a supportare, ad amplificare queste accuse quando avete avuto per 24 volte la prova che le accuse erano infondate" concludendo, rivolto al giornalista e forse a quella "certa informazione che anziché narrare i fatti tende a delegittimare le istituzioni del nostro Paese" (come spiega in conferenza stampa Berlusconi): "E quindi, mi permetto di dire 'vergognatevi' ". "La vergogna è piuttosto nel comportamento di un capo del governo che si vanta di essere il recordman delle presenze ai vertici internazionali, ma non ha ancora imparato dai leader degli altri Paesi democratici come si rispetti l'informazione" commenta quindi il presidente della Federazione nazionale della Stampa (FNSI) Roberto Natale, aggiungendo: "Non si può accettare in silenzio, come se fosse la normalità di un Paese civile, l'insulto pressoché continuo che il Presidente del Consiglio rivolge ai giornalisti. Forse perché troppo abituato a muoversi nell'ambiente superprotetto di alcune simil-interviste, l'on.Berlusconi reagisce in maniera scomposta quando si sente fare una domanda vera. Giornalisti che fanno il loro mestiere non hanno nulla di cui vergognarsi".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: