le notizie che fanno testo, dal 2010

Berlusconi a pm: lei è quello cattivo. Si contenga con le accuse

Durante una pausa del processo Mediaset, vi sarebbe stato anche un botta e risposta tra Silvio Berlusconi e il pubblico ministero Fabio De Pasquale. "Si contenga con le accuse" avrebbe detto il premier. "Le accuse sono il mio lavoro le battute no", la risposta del pm.

Silvio Berlusconi si presenta all'udienza del processo sui diritti tv di Mediaset, che lo vede imputato di frode fiscale. Nessuna dichiarazione spontanea durante il dibattimento, ma riguardo ai giudici che seguono il processo il premier avrebbe detto di aver "notato una grande professionalità e riportato in generale l'impressione di persone molto gentili, con un tratto di cortesia e di rispetto che mi ha fatto piacere" aggiungendo: "Tutto il collegio si è mostrato attento e scrupoloso. Credo davvero che da questo collegio ci si possa attendere un giudizio sereno e obiettivo". Peccato che poi, parlando coi giornalisti, avrebbe invece sottolineato come abbia "passato una mattinata surreale ai limiti dell'inverosimile - sottolineando - E' stata una perdita di tempo paradossale". Anche prima dell'apertura dell'audienza Silvio Berlusconi si era lasciato ad uno sfogo, ribadendo che contro di lui "sono state fatte accuse assolutamente inventate" ma anche "demenziali" e "senza senso". Per il premier, infatti, "sono solo invenzioni dei pm staccate dalla realtà" e tornando sul tema della riforma della giustizia il Presidente del Consiglio affonda nuovamente: "E' una magistratura che lavora contro il Paese non per il Paese". Durante una pausa del procedimento, vi sarebbe stato anche un botta e risposta con il pubblico ministero Fabio De Pasquale, che rappresenta l'accusa durante il processo Mediaset. Il premier, stringendo la mano del pm, avrebbe detto "lei è quello cattivo" ma la replica di De Pasquale sarebbe stata pronta, invitando Berlusconi a "contenersi". Forse un po' indispettito il premier avrebbe detto "Si contenga lei con le accuse" ma l'ultima parola sarebbe stata quella del pm, ricordando al premier: "Le accuse sono il mio lavoro le battute no".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: