le notizie che fanno testo, dal 2010

Berlusconi a giovani e imprese: niente tasse per i primi anni

Silvio Berlusconi rivela come far ripartire il mercato del lavoro. A chi assumerà un collaboratore, niente tasse per i primi anni. A chi crea impresa, niente imposte per 5 anni. E poi un Fondo speciale del Tesoro che garantirà i prestiti ai giovani, sia per l'attività che per comprare una casa.

Silvio Berlusconi annuncia nuove proposte per rilanciare il mercato del lavoro. Proposte che, se non venissero giudicate solamente in base a preconcetti politici, farebbero detonare la fabbrica d'aria fritta della campagna elettorale. Dopo aver annunciato la cancellazione e la restituzione dell'IMU , e dopo aver promesso una riforma fiscale che potrebbe portare anche ad un condono interno ad Equitalia (cioè il pagamento dei tributi e non degli interessi), ecco che Silvio Berlusconi parla direttamente ai giovani, sia a quelli che cercano un lavoro sia a quelli che un lavoro vorrebbero crearselo in proprio. Su Radio Web Rai, Silvio Berlusconi, parlando direttamente ai ragazzi che si apprestano ad andare a votare per la prima volta, e cioè alla nuova generazione che dovrebbe ricostruire il Paese, annuncia: "Se gli italiani, con il loro voto, ci daranno la responsabilità di governare, già nel primo Consiglio dei Ministri approveremo un decreto che consentirà alle nostre imprese di assumente un nuovo collaboratore senza dover pagare né i contributi né le tasse per i primi anni - sottolineando - Converrà alle imprese più di una assunzione in nero, perché potranno dichiarare nei bilanci l'ammontare della retribuzione". Berlusconi quindi fa notare che "se ogni impresa assumesse anche un solo giovane avremo creato 4 milioni di nuovi posti di lavoro".

Ma il leader del centrodestra guarda anche a chi non aspira ad una busta paga, perché vuole provare ad essere artefice del proprio destino, anche dal punto di vista lavorativo. "Se coltivate un sogno, quello di diventare imprenditori, vi troverete una sorpresa - promette Berlusconi - quella di non dover pagare imposte per i primi 5 anni di attività della nuova impresa". A quei giovani a cui invece "servisse un prestito per far partire una attività, o anche per acquistare una casa", Silvio Berlusconi spiega che potranno ottenerlo perché istituirà "un Fondo speciale del Tesoro che darà per voi alle banche le garanzie che le banche giustamente chiedono". "Questo ci impegnamo a fare quando saremo al governo - conclude il leader del PDL - Io credo in chi è giovane. Noi crediamo in voi. Dateci la vostra fiducia, aiutateci ad aiutarvi, dateci il vostro voto. Un voto per la libertà. Un voto per il Popolo della libertà". E mentre l'opposizione replica alle proposte di Berlusconi dicendo che queste non saranno mai realizzate, Pier Luigi Bersani promette che invece che con il PD al governo una cosa è sicura, e cioè "l'abolizione del contante" e il "carcere per gli evasori". A far perdere le elezioni al centrosinistra, quindi, potrebbe essere non solo il flirt di Bersani con Monti, Fini e Casini come ipotizza Nichi Vendola.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: