le notizie che fanno testo, dal 2010

Berlusconi a Obama: dittatura giudici sinistra. Bombe NATO su Procure?

Silvio Berlusconi interrompe i pensieri di Barack Obama durante il G8 a Deauville per fare partecipe anche il Presidente degli Stati Uniti che in Italia "abbiamo quasi una dittatura dei giudici della sinistra". Forse il prossimo passo è chiedere "bombe NATO sulle Procure", scherza il portavoce dell'IdV.

Silvio Berlusconi da Deauville, a margine dei lavori del G8, non risparmia all'Italia l'ennesima "brutta figura davanti al mondo", come la definisce il vicepresidente dei deputati del PD, Alessandro Maran, e non solo. Un po' tutta la politica italiana prende infatti le distanze dalle affermazioni "dell'attuale capo del governo che non trova meglio di niente che infastidire i leader mondiali con le proprie ossessioni: i giudici, i giudici, i giudici, la sinistra, la sinistra, la sinistra...", come sottolinea Nichi Vendola, leader di Sinistra Ecologia e Libertà. Questa volta Silvio Berlusconi non parla davanti alle telecamere dei TG o nel salotto di Bruno Vespa. Questa volta il premier italiano si rivolge direttamente a Barack Obama, rubando al Presidente degli Stati Uniti circa un paio di minuti del suo tempo per comunicargli, appunto, le sue "ossessioni". Un colloquio, spiegano i giornali, ripreso dalle telecamere a circuito chiuso presenti ai lavori del G8. In realtà, osservando bene le immagini (http://is.gd/ZYQKO5), affianco a Berlusconi e Obama ci sono molti fotografi e in alcuni momenti sembra anche che il premier "guardi in camera". Inoltre, a far insospettire poi qualcuno che Berlusconi potesse sapere di essere inquadrato, anche il fatto che l'operatore abbia più volte ristretto l'inquadratura sul premier italiano, come a volerne appunto catturare l'immagine. Ma cosa aveva mai di così urgente e importante Silvio Berlusconi da dire a Barack Obama? Semplice. Il premier ha premura di comunicare al Presidente USA della: "riforma della giustizia, che per noi è fondamentale, perché noi abbiamo in questo momento quasi una dittatura dei giudici della sinistra". Barack Obama sembra però alquanto sconcertato per queste dichiarazioni, tanto da non accennare nessun tipo di risposta, neanche gestuale. Ma perché Berlusconi si è rivolto ad Obama? Su questo punto scherza il portavoce dell'Italia dei Valori Leoluca Orlando che spiega che ormai Berlusconi "è senza controllo" e che "tra un po' chiederà alla NATO di bombardare le Procure".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: