le notizie che fanno testo, dal 2010

Berlusconi a Netanyahu:nel bunga bunga de 1811 è Apicella dio seminudo

Silvio Berlusconi spiega che il Parnaso di Andrea Appiani rappresenterebbe il bunga bunga del 1811, indicando nel dipinto sia se stesso che Mariano Apicella, lasciando però al cantante napoletano il ruolo del dio dell'Olimpo, seminudo.

Benjamin Netanyahu, al termine della conferenza stampa seguita all'incontro bilaterale a Villa Madama avuto con Silvio Berlusconi, chiede informazioni riguardo il grande dipinto nella sala, che rappresenta il Parnaso di Andrea Appiani. A spiegare il significato della scena mitologica è lo stesso Silvio Berlusconi, naturalmente nel suo stile "autoironico". "Chiudo con una informazione culturale - annuncia Berlusconi ai giornalisti presenti - Il presidente Netanyahu mi ha chiesto di chi fosse il quadro, in originale, alle nostre spalle. Il quadro è di Andrea Appiani e rappresenta il Parnaso, ovvero il bunga bunga del 1811. Quello là sono io e questo si chiama Mariano Apicella". Silvio Berlusconi, naturalmente tra le risate dei presenti, conclude invitando tutti a "non prendere mai sul serio chi si prende troppo sul serio" perché "l'autoironia è sempre fondamentale". E Berlusconi sembra davvero sapere come ironizzare su se stesso, anche perché ha lasciato a Mariano Apicella il ruolo del dio dell'Olimpo, seminudo, seduto su un trono di pietra che suona uno strumento a corda.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: