le notizie che fanno testo, dal 2010

Berlusconi: a Monti impegno per BCE come prestatore di ultima istanza

Silvio Berlusconi, in una intervista al Corriere della Sera, specifica che in particolare il Pdl chiederà al governo Monti di "farsi promotore in Europa della trasformazione della BCE in garante di ultima istanza dell'euro".

Silvio Berlusconi afferma che l'esecutivo guidato da Mario Monti non avrà "carta bianca su tutto", precisando, in una intervista al Corriere della Sera (http://is.gd/XCKg5Y), di aver chiesto in particolare "l'impegno del governo a farsi promotore in Europa della trasformazione della BCE in garante di ultima istanza dell'euro, come lo sono le banche centrali nei confronti del dollaro, della sterlina e dello yen". La Francia e la Gran Bretagna sembrano essere favorevoli a tale prospettiva, finora però osteggiata dalla Germania, anche se tale linea potrebbe essere una delle soluzioni per poter uscire dalla crisi che ha investito l'Europa. La BCE, infatti, non si comporta, ad oggi, come "prestatore di ultima istanza" e non acquista abbastanza titoli di Stato di quesi Paesi più a rischio, procedura che potrebbe far diminuire notevolmente i tassi di interesse e quindi calmare la speculazione dei mercati (leggi Draghi: aumentano rischi. Perché BCE non prestatore di ultima istanza? - http://is.gd/AZMtoc). Anche Berlusconi sembra concordare sul fatto che "senza questa decisione non solo l'euro è a rischio ma tutti i Paesi europei prima o poi sperimenteranno sulla propria pelle gli effetti della speculazione". "Questa è una crisi dell'euro, che dietro di sé non ha un prestatore-garante di ultima istanza, quali le banche centrali delle altre monete forti, come il dollaro e la sterlina - insiste Berlusconi - così come non ha una politica economica unica per l'eurozona. Dotarsi di questi strumenti è il compito dell'Europa: una battaglia che l'Italia dovrà intestarsi. Ma ci vorrà tempo. Intanto noi dobbiamo salvare il nostro Paese, operando tutti insieme".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: