le notizie che fanno testo, dal 2010

Berlusconi: Tremonti propone solo. E allora chi è che decide?

Fino a poco tempo fa Giulio Tremonti sembrava addirittura come colui che era designato a prendere il posto del Cavaliere, ora invece Berlusconi rivela che il Ministro dell'Economia "non decide, propone". Chi è allora che farà aprire a Tremonti "i cordoni della borsa"?

Chissà come Giulio Tremonti avrà preso le parole di Silvio Berlusconi, ospite al Quirinale per un ricevimento in occasione della festa del 2 giugno prossimo. Parlando della riforma del fisco, che Berlusconi giudica assolutamente attuabile perché ha i numeri in Parlamento, il premier specifica a quei giornalisti che gli fanno notare come forse il Ministro dell'Economia potrebbe accoglierla con una certa "freddezza", che "non è Tremonti che decide, Tremonti propone...". Ma se il potere del Ministro dell'Economia sembra quindi essere limitato alla semplice proposta, qualcuno potrebbe quindi domandarsi chi è che allora ha in mano le redini, o meglio i "cordoni della borsa" che Berlusconi promette farà aprire a Tremonti. Silvio Berlusconi spiega anche, naturalmente a grande linee, una possibile strada per la riforma fiscale, ricordando che "ridurre le imposte sarebbe facile se cominciassimo a fare quello che fanno negli altri Paesi". In Romania per esempio, sottolinea il Cavaliere, "hanno licenziato il 15% dei dipendenti pubblici, tagliato il 25% degli stipendi pubblici, hanno aumentato l'IVA al 25% mentre hanno aumentato l'età pensionabile e ridotto quella cassa integrazione che noi invece abbiamo esteso". Sembra che anche in Grecia abbiano adottato soluzioni dello stesso sapore.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: