le notizie che fanno testo, dal 2010

Berlusconi: Renzi "il rottamatore" era favorevole a presidenzialismo

Mentre Beppe Grillo apre a Matteo Renzi per discutere la legge elettorale, invitando il governo però a partire da un testo con base proporzionale, Forza Italia comincia il pressing per modificare l'Italicum in senso presidenziale. Silvio berlusconi ricorda che anche Matteo Renzi, quando era "rottamatore" si diceva favorevole "al presidenzialismo o al semipresidenzialismo", e ricorda che la legge elettorale è "insabbiata".

Mentre Beppe Grillo apre a Matteo Renzi per discutere la legge elettorale, invitando il governo però a partire da un testo con base proporzionale, Forza Italia comincia il pressing per modificare l'Italicum in senso presidenziale. Silvio Berlusconi, in conferenza stampa, chiarisce: "Forza Italia sostiene l’elezione diretta del Capo dello Stato da parte dei cittadini. - ed annuncia - Oggi inizia una campagna di mobilitazione che intende coinvolgere milioni di elettori e rivolgersi ad ogni cittadino, che appartenga a questo o quello schieramento politico o non si riconosca in nessuno di essi. A questo fine depositeremo in Cassazione le proposte di legge di iniziativa popolare rivolte a questo scopo. E successivamente inizieremo la raccolta delle firme". Berlusconi ricorda quindi come "lo stesso Matteo Renzi, quando ancora faceva il rottamatore" si era dichiarato favorevole ad un "sistema semipresidenzialista" affermando in una intervista a La Repubblica che era "un punto di riferimento di larga parte della sinistra". "Serve il sindaco d’Italia. Se questo porta al presidenzialismo o al semipresidenzialismo, va bene" dichiarava sempre Renzi prima di diventare Presidente del Consiglio. Il leader di Forza Italia lamenta però come dagli annunci non si sia passati ai fatti, visto che la legge elettorale è ancora "insabbiata" mentre Renzi aveva promesso che sarebbe stata approvata entro il 25 maggio.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: