le notizie che fanno testo, dal 2010

Berlusconi: Fini boccia le riforme perché dalla parte dei magistrati

Silvio Berlusconi afferma che non "stiamo più in uno stato veramente libero" perché "quando siamo al telefono nessuno ha la certezza di non essere spiato". Il premier spiega poi che alcune riforme, come quella sulle intercettazioni, non sono andate in porto a causa di Fini.

Il premier Silvio Berlusconi continua a lamentare il fatto che "quando siamo al telefono nessuno di noi ha più la certezza di non essere spiato e dell'inviolabilità di ciò che dice" ma emblematicamente lo afferma durante l'ennesimo collegamento telefonico, questa volta intervenendo ad una iniziativa organizzata dal deputato Domenico Scilipoti.
Silvio Berlusconi ribadisce quindi che "questo significa che non stiamo più in uno stato veramente libero" e che "questo deve essere assolutamente cambiato".
Il Presidente del Consiglio riprende anche un'altro tema che emerge sempre più spesso soprattutto in questi ultimi giorni, da quando cioè è scoppiato il Rubygate. Il Cavaliere assicura che il "cammino delle riforme" non verrà interrotto, in particolar modo quella sulla giustizia perché, per il premier, "è assolutamente fondamentale per il Paese e anche per la nostra vita di tutti i giorni".
Silvio Berlusconi spiega poi alla platea, che ascolta la telefonata, di essere "assolutamente sicuro" che verrà "fuori" da tutti i suoi processi "con il segno dell'innocenza e con l'assoluzione più completa" e questo perché, sottolinea: "Si tratta solo di processi farsa".
Berlusconi spiega poi che finora molte riforme non sono state ancora portate a termine, come quella sulle intercettazioni, perché quando venivano presentate a Gianfranco Fini questo "le bocciava in partenza perché era sempre e comunque dalla parte dei magistrati, di certi magistrati".
A conclusione dell'intervento Silvio Berlusconi afferma di essere "sicuro che quando torneremo a votare saremo vincenti" ma sottolineando che andare al voto in questo momento sarebbe "un grande danno per il nostro Paese".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: