le notizie che fanno testo, dal 2010

Berlusconi Ballarò: "Siete dei mistificatori". E riappende

Silvio Berlusconi come dice Giovanni Floris "era una situazione prevedibile che prima o poi essendo un fedele telespettatore ritelefonasse" e così ha fatto, senza dare il tempo di fare delle domande. Ma fornendo, in un monologo, le sue risposte.

Una parte del pubblico italiano era sintonizzato su Rai Due per vedere la finale di X Factor, mentre un'altra parte guardava Ballarò, cominciando a sonnecchiare sulle solite parole dei politici e del rituale florisiano "vediamo il cartello".
Ma ecco che, a sorpresa, dopo un servizio sull'emergenza rifiuti di Napoli, con annesso il solito tormentone delle promesse "non mantenute" dal premier (i famosi "10 giorni" e ancora più famosi "3 giorni" per risolvere il problema) ecco arrivare la telefonata che fa togliere al telespettatore la cispa dagli angoli delle palpebre e desta lo stesso entusiasmo italico dell'assistere ad una rissa per strada (a distanza di sicurezza): Silvio Berlusconi chiama Giovanni Floris in diretta.
Giovanni Floris sembra contento perché pare che Silvio Berlusconi, secondo accordi in regia, risponderà a qualche sua domanda.
Il Presidente invece si lancia in un monologo dove spiega che "il servizio sui rifiuti di Napoli che avete passato è assolutamente mistificatorio" e continua: "avete fatto vedere una mia garanzia data pubblicamente in conferenza stampa circa la soluzione di un problema in dieci giorni e circa la soluzione di un altro problema in tre giorni".
Berlusconi ha modo di sottolineare che "il problema in 10 giorni era il problema dell'impianto per la raccolta delle immondizie chiamato Cava Sari" e quello "sui tre giorni avevo detto che i rifiuti dal centro di Napoli dovuti ad una inefficienza ancora della ASIA, l'azienda delegata dal comune di Napoli alla raccolta dei rifiuti, sarebbero stati rimossi; siamo intervenuti con l'esercito, i rifiuti sono stati rimossi".
Quindi, conclude Berlusconi: "Le due promesse sono state completamente mantenute". Il Presidente del Consiglio conclude per davvero perché quando Floris lo interrompe perché "è il tempo di una domandina" Berlusconi si irrita ed esplode con "Lei crede che la Rai sia sua mentre è pagata coi soldi da tutti gli italiani, anche gli italiani che sostengono questo governo" e "siete dei mistificatori" e quindi, dopo aver spiegato le tecniche televisive di Floris e sottolinenando che di televisione ne capisce più del conduttore, augura "buonasera e buon divertimento" e attacca il telefono.
Floris conclude il siparietto dicendo che il fatto che Berlusconi non abbia risposto alle domande è rimangiarsi la parola ed "è un problema suo, non nostro, per noi per Ballarò".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: