le notizie che fanno testo, dal 2010

Legge di stabilità 2014: Service Tax, chi la paga? Proprietari e inquilini

La legge di stabilità 2014 vara la Service Tax, che punta a riordinare il sistema di tassazione locale che pone l'Italia in linea con gli standard europei. Ma la Service Tax Italia che cos'è? Prima di tutto la Service Tax introduce la Trise, che sostituisce Imu e Tares. Chi paga? Sia gli inquilini che i proprietari dell'immobile. Ecco quindi come funziona la Service Tax, che non sostituisce completamente l'Imu, visto che rimarrà in vigore sull'abitazione principale di pregio e sulla seconda casa.

La legge di stabilità 2014 introduce la tanto annunciata Service Tax, che punta a riordinare, come spiega in una nota il governo Letta, il sistema di tassazione locale ponendo l'Italia in linea con gli standard europei. Ma la Service Tax come funziona? Prima di tutto, la Service Tax sostituisce IMU e Tares, introducendo però la Trise, cioè una tassa sui servizi municipali il cui gettito andrà interamente ai Comuni. Ma chi paga la Service Tax? Come specificato da Palazzo Chigi, sia gli inquilini che i proprietari dell'immobile. La Service Tax, infatti, da una parte è una tassa che serve a coprire i costi del servizio di raccolta rifiuti (Tari), e che quindi verrà calcolata in base ai metri quadrati o alla quantità di rifiuti (in questo caso diventando Tarip) e la versa chi occupa l'immobile, mentre dall'altra è una tassa sui servizi indivisibili offerti dai Comuni (Tasi), che sarà calcolata sui metri quadrati o sul valore catastale, e quindi pagata dai proprietari. La Tasi sarà un tributo con un'aliquota di partenza dell'1 per mille che utilizzerà la stessa base imponibile dell'Imu. La Service Tax (Trise), però, non sostituisce completamente l'Imu, che a quanto sembra rimarrà in vigore sull'abitazione principale di pregio e sulla seconda casa. Quando si paga la la Service Tax? Stando alle prime indiscazioni, il versamento della Service Tax, o Trise, potrà essere effettuato in quattro rate trimestrali (16 gennaio, 16 aprile, 16 luglio e 16 ottobre 2014) o in una unica soluzione entro il 16 giugno. Naturalmente, rimane a discrezione dei Comuni variare la scadenza e il numero delle rate di versamento della Service Tax.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: