le notizie che fanno testo, dal 2010

Mattarella: pace a rischio, Demone della Violenza si aggira in Europa

Sergio Mattarella, intervenendo nel corso della Cerimonia del Ventaglio al Quirinale, avverte che "il clima di pace" è a rischio poiché "sembra davvero che il Demone della Violenza si sia nuovamente diffuso in Europa". Il Capo dello Stato sottolinea infatti che il terrorismo di ispirazione islamica "è la minaccia più grave per l'intera comunità internazionale".

"Si rischia di entrare in una nuova età dell'ansia. Non si può condannare la paura, è un sentimento che va rispettato ma dobbiamo impedire che la paura ci vinca, non possiamo consentire che il nostro Paese e l'Europa entrino nell'età dell'ansia" afferma il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, intervenuto nel corso della Cerimonia del Ventaglio al Quirinale.

Un ansia a ben vedere giustificata visto che lo stesso Capo dello Stato ammette che lo spettro di una nuova guerra mondiale è all'orizzonte. "Per molti decenni, dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, il clima di pace, di collaborazione e di sicurezza si è andato consolidandosi sempre più. Registriamo che questa prospettiva non è più certa, - chiarisce infatti Mattarella - anzi che è messa pesantemente in crisi".

Dopo quanto accaduto ieri a Rouen, dove un prete è stato sgozzato da due persone armate di coltello al grido di 'ISIS, ISIS' Mattarella riflette quindi che "non vi è soltanto l'assalto, feroce del terrorismo", e spiega: "La diversità delle cause di stragi e crimini accresce l'allarme. Sembra davvero che il Demone della Violenza si sia nuovamente diffuso in Europa. - aggiungendo - Questa stagione sembra dare spazio a ogni tipo di violenza, sembra favorire il propagarsi anche di germi endogeni rimasti a lungo nascosti, sotto controllo, nelle nostre società e che, all'improvviso, esplodono".

Il Presidente della Repubblica invita quindi ad affrontare il problema del terrorismo di ispirazione islamica perché, chiarisce, "si tratta oltre che del fenomeno più evidente, frequente ed efferato, della minaccia più grave per l'intera comunità internazionale". Mattarella precisa infatti che è necessario respingere "il proposito criminale di utilizzare la religione per scatenare un conflitto globale".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: