le notizie che fanno testo, dal 2010

Marchionne e Sacconi: la competitività a due velocità

Sergio Marchionne ricorda che l'Italia "è al 118esimo posto su 139 per efficienza del lavoro e al 48esimo posto per competitività" e il Ministro Sacconi replica che il nostro è "un Paese che ha già dimostrato l'attitudine ad evolvere verso una maggiore competitività".

Sergio Marchionne ha ricordato che l'Italia "è al 118esimo posto su 139 per efficienza del lavoro e al 48esimo posto per competitività" e che "il sistema italiano ha perso competitività negli ultimi dieci anni" perché "non ha mai retto il passo dell'innovazione". Intervistato da Fabio Fazio a "Che tempo che fa" Marchionne però specifica che questa situazione "non è colpa del lavoratore". E se non è colpa dell'uno allora dovrà essere colpa dell'altro, tanto che la replica del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Maurizio Sacconi non si fa attendere e specifica che "l'Italia è un Paese che ha già dimostrato l'attitudine ad evolvere verso una maggiore competitività". D'altronde si sa che ogni tipo di evoluzione, come ci spiega anche Charles Darwin, è un fenomeno lento. Quello che preoccupa maggiormente è allora a questo punto la selezione naturale, cioé la lotta continua per la sopravvivenza.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: