le notizie che fanno testo, dal 2010

Marchionne: Montezemolo è un'alternativa, non so se salverà l'Italia

Della discesa in campo di Luca Cordero di Montezemolo si parla ormai da tempo, e l'endorsement di Sergio Marchionne sembra per alcuni osservatori "formalizzare" il suo futuro (prossimo?) impegno politico.

Sergio Marchionne, Ad della Fiat, è chiaro, lui non sarà "mai" ministro dell'Economia, ma appoggia la discesa in politica di Luca Cordero di Montezemolo, presidente della Ferrari e dal 2009 presidente anche di "Italia Futura", una "associazione nata per promuovere il dibattito civile e politico sul futuro del Paese, andando finalmente oltre le patologie di una transizione politica infinita e ripetitiva", come si legge sul sito di If. Della discesa in campo di Montezemolo si parla ormai da tempo, e l'endorsement di Marchionne sembra per alcuni osservatori "formalizzare" il suo futuro (prossimo?) impegno politico. Sergio Marchionne rivela infatti: "Non escludo la possibilità che ci entri, e se lo facesse, nonostante il mio consiglio di non farlo, avrebbe personalmente il mio appoggio. E' una brava persona". Marchionne sottolinea non solo "il grande rispetto" che prova nei confronti di Luca Cordero di Montezemolo, ma evidenzia come il Presidente della Ferrari (anche ex presidente della Fiat) sia conosciuto e stimato "a livello internazionale", godendo di una "grandissima credibilità come personaggio". Per l'Ad del Lingotto Montezemolo ha il pregio di aver saputo creare "delle grandissime squadre in grado di vincere", spiegando che "l'Italia ha bisogno anche di questo", ma precisando di non sapere se "sia la salvezza dell'Italia, parliamo di alternative". "Se queste capacità sono disponibili e applicabili alla gestione del Paese è una domanda a cui deve rispondere Luca - continua Marchionne da Rimini - Il mio consiglio spassionato è di non farlo. Gliel'ho già detto e continuo a ripeterglielo, ma se lui è veramente interessato nessuno lo può bloccare". Sergio Marchionne conclude dicendosi poi convinto che "siamo ancora molto lontani dal problema recessione", anche se subito dopo sottolinea che "qualsiasi aumento delle tasse avrà un impatto sulle auto e sui consumi".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: