le notizie che fanno testo, dal 2010

Marchionne: Mario Monti per sempre. Fiat? che sia intesa rapida

Sergio Marchionne auspica che Mario Monti rimanga in carica per sempre visto che è stato "ingaggiato per risolvere questo pasticcio" del debito pubblico ma anche di mancanza di fiducia che i mercati riservavano all'Italia.

Sergio Marchionne si augura che Mario Monti resti "in carica per sempre", o forse almeno fino a quando non sarà raggiunta una "intesa" riguardo alla trattativa che la Fiat sta portando avanti con il governo per il rilancio della produttività in Italia, come potrebbe pensare qualche malizioso. Intervenuto ad una conferenza della Camera di commercio italiana nel Regno Unito, Sergio Marchionne spiega che il merito dell'esecutivo dei tecnici è stato quello di essere "riuscito a ristabilire la fiducia e aver fatto pulizia" dopo essere stato "ingaggiato (mai termine fu forse più appropriato, ndr) per risolvere questo pasticcio" che, continua l'ad di Fiat, "non sarà facile né breve" visto che "il debito pubblico non è stato accumulato tra 2011 e 2012 ma in decenni di malagestione della cosa pubblica". Sergio Marchionne analizza poi il mercato del lavoro italiano, spiegando che se non si creerà "un sistema di lavoro flessibile abbastanza per seguire gli alti e i bassi del mercato e che dia agli imprenditori lo spazio di manovra e ai lavoratori la protezione da queste logiche" non si andrà "da nessuna parte", aggiungendo: "Non mi interessa chi paga, che paghino le aziende. Ma diamo loro l'opportunità di operare". Per quanto riguarda la Fiat, Marchionne stima che il "brand in Europa perderà quest'anno 700 milioni" avvertendo che pur "amando l'Italia" non è intenzionato a "tornare alla Fiat del 2004" quando stava per fallire.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: