le notizie che fanno testo, dal 2010

Fiat: Marchionne Fornero prossimo rendez-vous alla fine del tunnel

Nascerà sotto una luce differente, l'incontro tra il Ministro del Lavoro Elsa Fornero e l'ad di Fiat Sergio Marchionne. La prima è "illuminata" dalla luce che Monti vede alla fine del tunnel, per il secondo la luce del tunnel è quella "di un treno". L'incontro governo Fiat ci sarà prossimamente, anche se non si sa quando di preciso.

Sergio Marchionne aveva risposto alla metafora del "tunnel" di Mario Monti e del suo governo tecnico con delle parole che a qualcuno suggerivano gesti apotropaici. Mentre Monti e Passera parlavano ormai di "luce che si vede in fondo al tunnel" ecco che l'ad di Fiat vaticinava in Serbia qualche giorno fa: "Ho paura che la luce nel tunnel sia quella di un treno". Marchionne poi specificava: "La luce in fondo al tunnel si vedrà quando i problemi dell'Unione Europea verranno risolti in maniera collettiva e non per singoli paesi". In quest'ottica "luminosa" se non "illuminata" da luci che provengono ipoteticamente da diverse sorgenti e che proiettano vaste ombre sul futuro dei lavoratori italiani, ecco che nasce la "necessità" che l'ad di Fiat incontri il governo, nella persona di il ministro del Lavoro Elsa Fornero. E quale migliore occasione per programmare un rendez-vous, che l'escusivo Gran Premio di Monza di Formula Uno? Fornero e Marchionne si sono parlati per pochi secondi tra il rombrare delle F1 e il ministro a Torino ha affermato: "Ci siamo salutati ieri con l'intenzione di vederci, sappiamo che la situazione è difficile, che tutti dobbiamo lavorare molto". Elsa Fornero ha detto che Marchionne "doveva scappare in America" e quindi il giorno preciso dell'incontro non è in agenda. Ma il rendez-vous tra i due si farà per parlare del destino degli stabilimenti italiani. Salvi per Marchionne quelli di Kragujevac, in Serbia, che producono la la nuova FIAT 500L, anche se almeno fino al 2012-2013 Sergio Marchionne si dice comunque pessimista. "Bisognerà vedere nel 2014", dice l'ad di Fiat. Magari dopo che il treno è passato.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: