le notizie che fanno testo, dal 2010

Mladic nega massacro Srebrenica. Per lui 10000 ultranazionalisti serbi

Sono scesi in piazza a Belgrado 10.000 ultranazionalisti serbi per manifestare contro l'arresto di Ratko Mladic, il criminale di guerra da loro considerato invece un eroe. Nel frattempo il figlio di Mladic rende noto che il padre respinge tutte le accuse che gli vengono mosse.

Sono scesi in piazza a Belgrado, autorizzati dal Ministero dell'Interno della Serbia, almeno 10.000 ultranazionalisti serbi per manifestare contro l'arresto di Ratko Mladic, il criminale di guerra da loro considerato invece un eroe nazionale. Naturalmente per la capitale migliaia di agenti in assetto antisommossa, perché il governo non vuole che si ripetano i disordini avvenuti quando fu arrestato nel luglio del 2008 Radovan Karadzic, l'ex presidente della Repubblica di Serbia accusato dal Tribunale Penale Internazionale per l'ex-Jugoslavia dell'Aja per crimini di guerra e genocidio, anche se lui ha sempre respinto tutte le accuse, affermando anche che il massacro di Srebrenica e l'assedio di Sarajevo sarebbero solo dei "miti". E mentre a Belgrado gli ultranazionalisti serbi inneggiano a Ratko Mladic, il figlio del ex generale rende noto che il padre negherebbe di aver mai partecipato al massacro di Srebrenica. "Ha detto che non ha nulla a che fare con il massacro di Srebrenica - spiega il figlio Darko, aggiungendo - Ha salvato molte donne, bambini e guerriglieri. Il suo ordine fu di evacuare dapprima i feriti, poi donne, bambini e infine i combattenti. Qualsiasi cosa sia accaduta dopo, egli non ha nulla a che fare con essa". Un brutto colpo, probabilmente, per i familiari delle vittime di Srebrenica, tanto che Azra Ibrahimovic, responsabile della "Casa del sorriso" Cesvi di Srebrenica proprio all'Adnkronos confidava: "Ora ci aspetta un lunghissimo processo al tribunale dell'Aja. Sarà trasmesso in diretta e migliaia di persone in Bosnia e in Serbia lo seguiranno - concludendo - Si riapriranno vecchie ferite, soprattutto se vedremo Mladic negare il genocidio". Sempre all'agenzia di stampa Azra Ibrahimovic spiegava che un po di pace probabilmente comincerà a venire solo quando sarà catturato anche Goran Hadzic, anche lui ricercato per crimini di guerra e crimini contro l'umanità e indicato come il responsabile del massacro di Vukovar.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: