le notizie che fanno testo, dal 2010

Balcani, Tadic: scuse e dispiacere a vittime massacro Vukovar

Il presidente serbo Boris Tadic questa mattina ha visitato la città croata di Vukovar, che è stata il teatro dei cruenti massacri della guerra del 1991-1995: "Sono qui per rendere omaggio alle vittime e per esprimere le mie scuse e il mio dispiacere".

Il presidente serbo Boris Tadic questa mattina ha visitato la città croata di Vukovar, che è stata il teatro dei cruenti massacri della guerra del 1991-1995. Quella di Boris Tadic è la prima visita effettuata da un capo di Stato serbo dopo che le truppe di Belgrado hanno, nel 1991, raso la suolo la città croata di Vukovar. La visita di Tadic è stata vista immediatamente come un gesto di riconciliazione tanto che il presidente croato Ivo Josipovic, che ha accolto il capo di Stato serbo, ha affermato che ha "un grande significato". E Boris Tadic, per rendere ancora più memorabile questa visita simbolica, si è anche recato ad Ovcara, la più grande fosse comune in Croazia, dove il 20 novembre del 1991 l'esercito serbo uccise almeno 200 soldati e civili croati. Durante la cerimonia di commemorazione Tadic afferma alla stampa: "Sono qui per rendere omaggio alle vittime e per esprimere le mie scuse e il mio dispiacere". Queste parole rappresentano un nuovo inizio per il raggiungimento di una riconciliazione tra Belgrado e Zagabria.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# esercito# guerra# teatro# vista