le notizie che fanno testo, dal 2010

Voto riforma Senato: ok testo base. Passa Odg Calderoli su eleggibilità senatori

La Commissione Affari costituzionali vota il testo base della riforma del Senato, con Maria Elena Boschi che assicura che "ricalca il disegno di legge del governo". Ma passa anche un Odg di Roberto Calderoli che prevede senatori eletti "in ogni Regione".

"La Commissione Affari costituzionali da oggi può lavorare su un testo base che apre la strada e ci avvicina con maggiore concretezza alla riforma del Senato e a un nuovo rapporto, più chiaro e più ordinato, tra Stato e Regioni" afferma il presidente dei senatori del PD Luigi Zanda, dopo il voto sul documento da il Parlamento partirà per riformare il Senato, anche con il sì da parte di alcuni esponenti di Forza Italia. Il voto arriva però dopo quello che fa andare sotto il governo sull'eleggibilità dei senatori. Il senatore della Lega Nord Roberto Calderoli, nonché relatore di minoranza della riforma costituzionale, aveva infatti presentato diversi ordini del giorno in Commissione, contrapposti al testo dell'esecutivo, che puntavano a spaccare la maggioranza. E Con un Odg ci è riuscito. Approvato infatti per un solo voto l'ordine del giorno che prevede senatori eletti "in ogni Regione", bocciando di fatto il documento di Anna Finocchiaro (l'altra relatrice) che faceva propria la proposta del governo di un Senato non elettivo. L'approvazione dell'ordine del giorno di Calderoli non vuol dire che in futuro il Senato sarà elettivo, ma in qualche maniera il governo ne dovrà tenere conto, forse adottando una forma di eleggibilità di secondo livello. Maria Elena Boschi, ministro per le riforme, afferma: "Oggi è stata una giornata positiva perché adesso abbiamo un testo base su cui lavorare. - aggiungendo - E' un testo che ricalca il disegno di legge del governo ed è stato votato con una maggioranza amplissima visto che l'ha votato anche Forza Italia". Non dello stesso avviso è Roberto Calderoli, che replica: "Il mio Odg è stato approvato, contiene correzioni assolutamente necessarie per dare un peso al Senato, con senatori eletti dai cittadini, il potere legislativo è mantenuto e sono garantiti pesi e contrappesi che si dovevano mantenere. - concludendo - Perfetto, abbiamo vinto e il governo ha perso". Calderoli poi rivela: "Se ne sono usciti vivi lei e Renzi è solo grazie al tradimento di Silvio Berlusconi. - e spiega - Fino alle 20:20 al telefono come me, che mi diceva tieni duro non dovrà mai passare il testo del governo prima del 25 maggio. Noi saremo con te fino in fondo. Alle 21:15 cambia tutto".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: