le notizie che fanno testo, dal 2010

Riforma Senato: ok PD a elezione indiretta. Ma serve nuova legge elettorale

Accordo raggiunto nel PD sulla riforma del Senato che presenta un emendamento che prevede che una elezione indiretta dei senatori (ipotesi che non sembra però prevista in Costituzione). Per far questo, però, bisognerà rimettere mano alla legge elettorale.

Accordo raggiunto nel PD sulla riforma del Senato. La minoranza del Partito democratico rinuncia quindi a presentare emendamenti al comma 5 dell'articolo 2 del ddl Boschi, quello che si esprime sull'elettività diretta del Senato. Depositato invece tre emendamenti (sull'elettività, sulle funzioni del Senato su quelle dei giudici costituzionali) alla riforma del Senato, firmati da Anna Finocchiaro, presidente della commissione Affari istituzionali di Palazzo Madama.
A riarmonizzare il PD l'emendamento che prevede che una elezione indiretta dei senatori (ipotesi che non sembra però prevista in Costituzione). I futuri senatori saranno infatti eletti dai Consigli regionali "in conformità alle scelte espresse dagli elettori per i candidati consiglieri in occasione del rinnovo dei medesimi organi, secondo le modalità stabilite dalla legge" per quanto riguarda l'attribuzione dei seggi e di elezione dei membri del Senato della Repubblica tra i consiglieri regionali e i sindaci. In sostanza, "i dettagli si vedranno nella legge elettorale" come precisa anche Pier Luigi Bersani. Bisognerà quindi rimettere mano all'Italicum per eleggere i futuri senatori.
Attesa comunque la decisione del Presidente del Senato Pietro Grasso in merito all'emendabilità o meno dell'articolo 2 della riforma del Senato. Per rispetto alla seconda carica dello Stato, la minoranza dem ha comunque deciso di ripresentare gli emendamenti relativi ad altri commi dell'articolo 2. Niente in proporzione agli 85 milioni di emendamenti presentati dalla Lega Nord. Forza Italia ha presentato invece 1.173 emendamenti, Sel 60mila, il MoVimento 5 Stelle 210, mentre sono 160 quelli dei fittiani di Conservatori e Riformisti.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: