le notizie che fanno testo, dal 2010

Riforma Senato, Fornaro (PD): confronto in Parlamento, no minacce elezioni

"Per il raggiungimento dell'obiettivo condiviso di portare a termine in tempi rapidi le riforme costituzionali sarebbe più utile e funzionale l'apertura di un confronto nella sede parlamentare piuttosto che una chiusura a riccio sul Senato elettivo, con annessa minaccia di elezioni anticipate e resa dei conti nel PD", così in un comunicato Federico Fornaro.

"Per il raggiungimento dell'obiettivo condiviso di portare a termine in tempi rapidi le riforme costituzionali sarebbe più utile e funzionale l'apertura di un confronto nella sede parlamentare piuttosto che una chiusura a riccio sul Senato elettivo, con annessa minaccia di elezioni anticipate e resa dei conti nel PD" riflette in una nota il parlamentare dem Federico Fornaro.
"Se invece di negare l'evidenza si guardasse la realtà ci si accorgerebbe che l'accordo nel PD, nella maggioranza e con larga parte dell'opposizione è a portata di mano: superamento del bicameralismo con un Senato delle garanzie e delle autonomie, con 100 senatori eletti dai cittadini" evidenzia quindi Fornaro.
"Si provi ad esplorare questa soluzione invece che ostinarsi a dire che l'articolo 2 è intoccabile: il primo a trarre vantaggio da un accordo sarebbe Renzi - si legge infine -, così come fu in occasione dell'elezione di Mattarella."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: